22 agosto 2019

Sport

Chiudi

20.01.2019

Calzedonia, occhio a Sora: non molla mai

Calzedonia festeggia una vittoria all’AgsmForum FOTOEXPRESS
Calzedonia festeggia una vittoria all’AgsmForum FOTOEXPRESS

Un occhio guarda davanti e uno dietro. Calzedonia sbarca a Veroli dove oggi alle 18 sfida Sora con un duplice obiettivo: non fare scappare Milano e sganciarsi da Padova, che vincendo nell’anticipo di Monza (1-3) è salita a 26 punti come Verona. La Revivre di Giani, dopo l’impresa contro Modena, battuta 3-0, nell’anticipo si è imposta 3-2 con Castellana Grotte ed ora è a quota 34. Verona vuole vincere con Sora, fare bottino pieno, andare a 29 e tenere il timone saldo in mano fino allo scontro diretto del 24 febbraio dove proverà ad avvicinarsi per poi sperare nel sorpasso, considerando che i lombardi dopo se la dovranno vedere in rapida successione con Trento, Civitanova e Perugia. Ma se davanti l’obiettivo e riavvicinarsi alla Revivre, adesso urge anche scrollarsi di dosso i patavini. Lasciare punti per strada a Sora complicherebbe la posizione in classifica di Calzedonia che poi, mercoledì, andrà a sfidare Trento nei quarti di finale di Coppa Italia. Vincere coi laziali sarebbe una bella dose di fiducia in vista del big match di Coppa Italia e sul quale la società sta puntando tantissimo. Forse un po’ troppo considerando lo stato di forma degli avversari: Trento è la capolista e sta girando a pieno regime su tutti i fronti lasciando solo briciole agli altri. Vincere al PalaTrento sarebbe un’impresa enorme anche perché in palio c’è l’accesso alla semifinale, traguardo che Verona non ha mai raggiunto nella sua storia. E che la squadra di Lorenzetti non vuole di certo lasciarsi sfuggire. E ci mancherebbe. Ma prima del match di mercoledì c’è da pensare a Sora. Squadra spinosissima, soprattutto in casa e che Verona ricorda bene, soprattutto per le sfide tremende di due stagioni fa quando per i gialloblù la Globo Banca fu una vera spina nel fianco. Una squadra che, come allora, non muore mai e che in questo girone di ritorno sempre essersi rivitalizzata: sia con Modena sia con Padova, sotto 2-0, è risalita portando gli avversari al tie break. Calzedonia deve stare attenta. Non si scherza. E lo ricorda anche il coach Nikola Grbic: «Sora durante questo campionato ha dimostrato che può mettere in difficoltà chiunque, come ha fatto anche contro avversarie piuttosto forti», dice. «Sarà una partita difficile», assicura il coach, «anche perché si gioca a casa loro. Qui all’AgsmForum», ricorda, «non ha giocato bene (perso 3-0) e sono sicuro vorrà riscattarsi in casa. Il pericolo, da parte nostra, è di essere già proiettati sulla partita con Trento ma bisogna fare un passo alla volta. Dobbiamo migliorare l’intesa», rimarca, «e fare bene le cose sulle quali abbiamo lavorato in questi giorni. Concentrarci su Sora e solo dopo pensare al prossimo impegno. Dove servirà tutta la nostra energia». Un passo alla volta, dunque: Sora, Trento e poi, domenica prossima, Siena. Un altro brutto cliente. •

Marzio Perbellini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie C - Girone B

CLASSIFICHE
RISULTATI
Arzignano Chiampo
0
Carpi
0
Cesena
0
Fano A.j.
0
Feralpi Salò
0
Fermana
0
Gubbio
0
Imolese
0
L.r. Vicenza Virtus
0
Modena
0
Padova
0
Piacenza
0
Ravenna
0
Reggio Audace
0
Rimini
0
Sambenedettese
0
Sudtirol
0
U. Triestina
0
Virtus Verona
0
Vis Pesaro
0