16 luglio 2019

Sport

Chiudi

19.12.2018

Calzedonia ha alzato il muro Solè brilla al centro della rete

Sebastian Solè FOTOEXPRESS
Sebastian Solè FOTOEXPRESS

Numeri da incorniciare. Numeri importanti. Sebastian Solè, il centrale argentino di Calzedonia, è sul secondo gradino del podio della Superlega per il numero di muri: 31. Davanti a lui Yosifov a 33. È una classifica provvisoria che da qui a fine anno stagione cambierà sicuramente. E il centrale argentino, se continuerà giocare come sta facendo, potrà di sicuro ambire al trono. Con la Tonno Callipo, aveva chiuso il match con 6 muri, miglior centrale di giornata di tutta la Superlega e Mvp del match. Anche perché, in attacco, aveva fatto fuoco e fiamme con il suo 80%. Fondamentale dove l’argentino sta andando veramente forte con il suo 62,6% di media. Ma bene anche al servizio dove finora ha messo a segno 14 ace. Domenica si è confermato al top anche contro Latina dove ha lasciato il segno sul match con 5 muri I numeri lo premiano come uno dei migliori centrali del campionato e che lo rendono un acquisto davvero importante per la Bluvolley. Adesso più che mai visto che con l’arrivo di Matey Kaziyski può guidare Verona a scalare la classifica. La squadra allenata da Nikola Grbic, infatti, fino ad ora sta vivendo diversi problemi con gli schiacciatori: Sharifi è fuori per problemi alla schiena, Savani ha un risentimento al quadricipite della gamba destra e Marretta ha un dolore alla spalle destra. Per non ricordare che Verona, da inizio anno, è senza una pedina fondamentale come Jaeschke, fermo per la rottura del crociato anteriore, infortunio che si è procurato giocando con la nazionale durante Usa-Serbia in Nations league quest’estate. Ma per fortuna c’è Solè, perché in attacco, come detto, è una spina nel fianco del muro avversario e spesso chiude le partite a doppia cifra. A Vibo, addirittura, con 23 punti! 11 con Latina. Ma 14 li aveva fatti con Castellana, e 13 li aveva messi a segno contro Siena. Sfrutta la grande intesa con Spirito, che lo cerca regolarmente quando decide di giocare la veloce. Va sul sicuro perché Solè ha anche questa particolare capacità di aggiustare la palla quando è sporca. E di rimanere come sospeso in aria prima di inquadrare l’angolo libero dove fare fuoco. Ci riesce grazie a torsioni incredibili del busto e a un movimento del braccio veloce e imprevedibile. Difficile fermarlo. Insomma, è un giocatore prezioso, Solè. Ma non solo per le percentuali, anche per lo spirito. Per il carattere, uomo che fa bene allo spogliatoio. I numeri non lo interessano, le percentuali per lui contano fino a un certo punto. L’importante che la squadra vinca, anche quando soffre. Dopo Vibo aveva detto: «Bella partita, tostissima, sono contento. Felice della bella reazione dopo avere sprecato il terzo set. Era quasi vinto, peccato. Avremmo potuto prendere tre punti, pazienza. Sono stati due punti importanti. Merito di tutti che nonostante le difficoltà abbiamo continuato a lottare». E poi ha ricordato che «in questo campionato se ti rilassi un attimo sei fuori». E si è visto domenica con Latina. Verona, sotto 1-0 è andata vicinissima a ritrovarsi sullo 0-2. Ma con un colpo di reni nel finale, e dopo avere annullato 4 set point, due di fila, si è imposta conquistando il pass per la Coppa Italia. •

Marzio Perbellini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
90
Napoli
79
Atalanta
69
Inter
69
Milan
68
Roma
66
Torino
63
Lazio
59
Sampdoria
53
Bologna
44
Sassuolo
43
Udinese
43
Spal
42
Fiorentina
41
Cagliari
41
Parma
41
Genoa
38
Empoli
38
Frosinone
25
Chievoverona
17
Atalanta - Sassuolo
3-1
Bologna - Napoli
3-2
Cagliari - Udinese
1-2
Fiorentina - Genoa
0-0
Frosinone - Chievoverona
0-0
Inter - Empoli
2-1
Roma - Parma
2-1
Sampdoria - Juventus
2-0
Spal - Milan
2-3
Torino - Lazio
3-1