09 aprile 2020

Sport

Chiudi

29.01.2020

Calzedonia alza i giri Pronta per Civitanova Sfida senza pressioni

Garrett Muagututia buca il muro della Lube nel match di andata FOTOEXPRESSAsparuh Asparuhov contro Bruno FOTOEXPRESS
Garrett Muagututia buca il muro della Lube nel match di andata FOTOEXPRESSAsparuh Asparuhov contro Bruno FOTOEXPRESS

Calzedonia alza i giri e scalda il motore. Domenica affronterà la Lube all’Eurosuole di Civitanova in una sfida impossibile contro i campioni del mondo, che sono in testa alla classifica della Superlega a quota 42 con il più del doppio dei punti di Verona, ferma a 18. Sbancare il fortino della capolista è un sogno quasi proibito: l’ultima volta che accadde fu il 22 gennaio 2006, sulla panchina dei marchigiani c’era proprio Fefé De Giorgi mentre su quella gialloblù, allora ancora Marmi Lanza, c’era Bruno Bagnoli. In squadra un certo Lorenzo Bernardi, quel giorno migliore in campo con 5 ace, 18 punti e il 52% in attacco. E non da meno Ramon Gato con i suoi 20 punti, 3 ace e il 53% in attacco. Fu un successo netto: la Marmi Lanza, dopo avere perso il primo set, cambiò marcia e demolì gli avversari. L’ultima vittoria invece risale al 3 gennaio 2015, Calzedonia al Forum si impose 3-1, migliore in campo, quel giorno Simone Anzani, con ben 7 muri. Domenica Verona se lo ritroverà dall’altra parte della rete come avversario. Per il resto, nel corso degli anni, fu un monologo della Lube. Anche se, a dire il vero, l’anno scorso, dopo avere rischiato nella gara di ritorno ed essersi imposta solo al tie break, Civitanova rischiò pure e soprattutto in gara uno dei quarti di finale play off. Avanti 2-0, venne recuperata e in un tiratissimo tie break - dove Calzedonia ebbe pure la palla match - si impose non senza fatica 18-16 grazie soprattutto al muro di Enrico Cester, oggi gialloblù. Domenica sarà di nuovo sfifa ma improbabile stappare punti alla corazzata di Bruno, nonostante Calzedonia arrivi da 15 giorni di allenamenti mirati (ha saltato il turno contro Trento) mentre la Lube arriva da due impegni ravvicinati di Champions: domenica contro Trento e ieri sera con il Jihostroj Ceske Budejovice. E proprio per questo forse potrebbe pagare un po’ pegno. Chissà. Considerando, soprattutto, che quasi certamente non ci sarà Yoandy Leal. Civitanova spiega: «Lo staff medico biancorosso, in accordo con quello tecnico, ha deciso di fermare il giocatore brasiliano di origine cubana per evitare ulteriori sovraccarichi alla colonna a causa del riacutizzarsi di una fastidiosa lombalgia. La situazione verrà monitorata giorno dopo giorno dallo staff medico del club, che si riserva di dare il via libera all’atleta appena possibile». Verona gli fa tanti auguri di pronta guarigione, ma si augura di non vederlo tornare proprio domenica. •

Marzio Perbellini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
63
Lazio
62
Inter
54
Atalanta
48
Roma
45
Napoli
39
Milan
36
Hellas Verona
35
Parma
35
Bologna
34
Sassuolo
32
Cagliari
32
Fiorentina
30
Udinese
28
Torino
27
Sampdoria
26
Genoa
25
Lecce
25
Spal
18
Brescia
16
Cagliari - Roma
3-4
Juventus - Inter
2-0
Lazio - Bologna
2-0
Lecce - Atalanta
2-7
Milan - Genoa
1-2
Napoli - Torino
2-1
Parma - Spal
0-1
Sampdoria - Hellas Verona
2-1
Sassuolo - Brescia
3-0
Udinese - Fiorentina
0-0