25 maggio 2020

Sport

Chiudi

23.05.2020 Tags: ROMA , Calcio

Calcio: Veretout "play-off? sarebbe meglio giocarle tutte"

(ANSA) - ROMA, 23 MAG - "Favorevole ai playoff per completare la stagione? Di questi tempi si sentono molte cose. Se viene scelta questa formula, perché no. A mio parere, la soluzione migliore sarebbe quella di andare fino in fondo alla competizione e giocare le ultime 12 giornate. Ci adatteremo". Così il centrocampista della Roma, Jordan Veretout, nel corso di in un'intervista a Le Parisien. "Vorremmo essere sicuri della ripresa del campionato ma so bene che tutto dipenderà dall'evoluzione della curva di contagio del coronavirus. È difficile quindi avere una data precisa" aggiunge prima di ricordare che i giallorossi hanno anche gli impegni continentali: "Abbiamo in mente anche l'Europa League con un doppio confronto col Siviglia. A causa della diffusione dell'epidemia non abbiamo potuto giocare e non siamo potuti andare in Spagna per l'ottavo di finale d'andata. Abbiamo preso la decisione più saggia". La scelta di far giocare a Milano la sfida di Champions tra Atalanta e Valencia coi tifosi sugli spalti viene invece bocciata da Veretout. "Il virus potrebbe essersi diffuso rapidamente in Lombardia. È tutt'altro che un caso che la città di Bergamo si sia ritrovata nel cuore della pandemia con un drammatico numero di morti. È stata una follia permettere al pubblico di assistere a questo incontro" le parole dell'ex giocatore della Fiorentina, ben consapevole dei rischi a cui si va incontro: "I casi positivi registrati in Serie A? Tutti sono colpiti. Gli sportivi non sono risparmiati. Il virus non si ferma alle porte degli spogliatoi. Ci si impegna a rispettare le misure di distanziamento. Non c'è molto altro da fare per proteggersi. Non siamo al sicuro, naturalmente. Puoi andare a fare la spesa ed essere nel posto sbagliato al momento sbagliato contraendo il virus". Infine, Veretout commenta anche la ripresa della Bundesliga confessando di aver assistito a uno spettacolo "un po' strano. Vedere gli stadi vuoti, l'assenza di festeggiamenti, quelle restrizioni dopo un goal. Il calcio è un'emozione da condividere con il pubblico. Non scendiamo in campo per giocare tra di noi". (ANSA).
Y90-GER
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
63
Lazio
62
Inter
54
Atalanta
48
Roma
45
Napoli
39
Milan
36
Hellas Verona
35
Parma
35
Bologna
34
Sassuolo
32
Cagliari
32
Fiorentina
30
Udinese
28
Torino
27
Sampdoria
26
Genoa
25
Lecce
25
Spal
18
Brescia
16
Cagliari - Roma
3-4
Juventus - Inter
2-0
Lazio - Bologna
2-0
Lecce - Atalanta
2-7
Milan - Genoa
1-2
Napoli - Torino
2-1
Parma - Spal
0-1
Sampdoria - Hellas Verona
2-1
Sassuolo - Brescia
3-0
Udinese - Fiorentina
0-0