13 agosto 2020

Sport

Chiudi

24.10.2009

Attento Hellas, arriva il Pescina grandi firme


 Gian Marco Remondina mette in guardia il Verona: attenti al Pescina, ha giocatori di qualità FOTO EXPRESS
Gian Marco Remondina mette in guardia il Verona: attenti al Pescina, ha giocatori di qualità FOTO EXPRESS

L'ultimo arrivato in ordine di tempo è Rodrigues Aparecido Cesar, quel Cesar che Roberto Mancini aveva voluto a tutti i costi all'Inter mandando su tutte le furie patron Moratti. Dopo un centinaio di partite in A tra Lazio, Bologna, Livorno e Inter il talentuoso brasiliano è approdato alla formazione del Pescina - la squadra che affronterà il Verona dopodomani al Bentegodi nell'anticipo della decima giornata - e ha debuttato domenica scorsa nel derby pareggiato con il Lanciano. Cesar ha giocato un quarto d'ora o poco più ma potrebbe essere pronto per partire dall'inizio contro l'Hellas.
La società abruzzese non s'è fermata a Cesar, ha chiamato «grandi firme» del pallone italiano in Val Giovenco. A partire da Paolo Rossi, il Pablito del Mundial 82. L'ex attaccante di Vicenza, Perugia, Juve e Verona ora fa l'opionista per Sky ma ha accettato la proposta di Sabatino Stornelli, il patron dei biancoverdi, ed è diventato il vicepresidente del Pescina. Facce note anche nella stanza dei bottoni. Il direttore sportivo è Ivano Bonetti - fratello di Dario difensore dell'Hellas alla fine degli anni Ottanta -tanta serie A da giocatore con Brescia, Juve, Bologna e Sampdoria, un'esperienza difficile in Scozia come manager del Dundee, la nuova avventura con il Pescina e tanta voglia di far bene. Come l'ex arbitro Walter Cinciripini diventato team manager degli abruzzesi, sembra quasi una scelta obbligata per le società che vogliono entrare nel calcio che conta dalla porta principale. Vedi il Cesena con Treossi, il Bologna con Guidi, l'aveva fatto anche il Siena con Braschi. Non è andata bene al Verona quando scelse Agnolin. Ma in Abruzzo si respira aria buona e Cinciripini è pronto alla nuova carriera.
Nomi che contano anche in campo. Di Cesar s'è detto ma non si può dimenticare Alessandro Birindelli. L'inizio nell'Empoli, una storia nella Juve, una stagione nel Pisa prima di arrivare al Pescina. Nove presenze in nove partite, grande esperienza a servizio di una squadra che vuole crescere. In attacco riflettori accessi su Lampros Choutos che ha vestito le maglie di Roma e Olympiakos, Reggina e Maiorca. Dopo l'esperienza con il Panionos e il Paok la scelta abruzzese. Alessandro Bettega trova poco spazio ma il sangue è quello buono. Il figlio di «Bobby gol», già capitano della primavera juventina, a 22 anni ha deciso di fare la valigia per l'Abruzzo dopo i campionati con Monza, Ravenna e Pizzighettone. Ma non è finita qui, il Pescina vuole dare un altro scossone al mercato, ora l'obiettivo è Gionata Spinesi. L'attaccante toscano, fermo per motivi personali ormai da tempo, sembra intenzionato a rimettersi in gioco a partire dal prossimo novembre. Il presidente Stornelli lo ha contattato per tempo e spera di convincerlo a vestire la maglia dei lupi marsicani. Potrebbe essere la ciliegina sulla torta l'uomo giusto per regalare il salto di qualità ai ragazzi allenati da Roberto Cappellacci.
«Guai a sottovalutare il Pescina - ha dichiarato sul sito ufficiale del Verona Gian Marco Remondina -. Si tratta di una squadra di valore, rapida, che fa dell'organizzazione di gioco la sua arma migliore. Tra le sue fila militano giocatori importanti come Birindelli, Cesar e Choutos. Gente che può fare la differenza dal primo all'ultimo minuto». Il Pescina ha undici punti, otto in meno del Verona, ma in trasferta si fa rispettare. Ha perso solo una volta, ha pareggiato un'altra, ha vinto due partite, l'ultima vittima illustre è l'ex capolista Ternana. «La decima di campionato è una di quelle gare che sembrano abbordabili, ma non lo sono - conclude il tecnico del Verona -. Sbloccare il risultato sarà difficile, vedremo di riuscirci. L'avversario gioca chiuso, puntando sulle ripartenze e ha giocatori importanti sulle corsie laterali. Serve grande attenzione e tanta voglia di vincere». Grande entusiasmo in Val Giovenco dopo la promozione del Pescina in Prima Divisione. Il presidente Sabatino Stornelli ha chiamato in Abruzzo «firme prestigiose» come Paolo Rossi, Cinciripini, Cesar e Bettega junior.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Serie A

CLASSIFICHE
RISULTATI
Juventus
77
Atalanta
71
Inter
71
Lazio
69
Roma
57
Milan
56
Napoli
53
Sassuolo
48
Hellas Verona
45
Bologna
43
Cagliari
42
Parma
40
Fiorentina
39
Sampdoria
38
Torino
37
Udinese
36
Genoa
30
Lecce
29
Brescia
21
Spal
19
Brescia - Spal
Cagliari - Sassuolo
1-1
Fiorentina - Torino
Genoa - Lecce
Hellas Verona - Atalanta
1-1
Juventus - Lazio
Milan - Bologna
5-1
Napoli - Udinese
Parma - Sampdoria
Roma - Inter