Vip & Curiosità

28.11.2019

Bebe Vio: «Guarda mamma, I'm a Barbie Girl»

Bebe Vio con la Barbie a sua immagine
Bebe Vio con la Barbie a sua immagine

«Se sembra impossibile allora si può fare» è il motto di Bebe Vio, il cui valore come modello per le bambine ha spinto Mattel a dedicarle una Barbie One of a kind, una bambola in copia unica e con le sue sembianze. La Mini Bebe conclude le celebrazioni per i 60 anni della bambola più famosa del mondo che, a dispetto delle sue misure da top model, fin dal 1959 si pose come missione quello di ispirare il potenziale di ogni bambina.

 

Come afferma Ruth Handler, creatrice di Barbie e co-fondatrice di Mattel: «Ad ispirarmi nella creazione di Barbie è stata la volontà che, attraverso la bambola, le bambine potessero immaginare di essere tutto ciò che desiderano». Per il suo 60esimo anniversario, con un programma di ricerca dedicato, Barbie ha puntato i riflettori sul «Dream Gap», quel fenomeno che si verifica nelle bambine intorno ai 5 anni e che le porta a perdere fiducia nelle proprie capacità, e ha lanciato la campagna #ChiudiamoIlDreamGap. A partire dal 2015 a livello globale e dal 2018 in Italia, ha dato vita al programma «Shero», con cui si impegna ad aiutare le bambine a credere nel proprio talento, mostrando alle giovani di tutto il mondo dei modelli di ruolo positivi. Ad alcune di queste donne è dedicato il più alto riconoscimento concesso dal brand, una Barbie One of a kind. In Italia le celebrazioni sono iniziate con la chef stellata Rosanna Marziale, per poi proseguire con Elisa, l’astrofisica Sandra Savaglio e la stilista Alberta Ferretti.

 

 

Ora è la volta della campionessa paralimpica che, oltre a tutto quello che sappiamo di lei, ha anche fondato con i genitori art4sport, un’associazione ONLUS che aiuta i bambini amputati ad integrarsi nella società attraverso lo sport. Ed è proprio insieme a Chitra, una piccola atleta di 8 anni che fa parte di questa associazione, che Bebe sarà protagonista del nuovo video ispirazionale di Barbie. Il suo consiglio per le bambine che vogliono seguire il suo esempio è semplice e fondamentale: «Sorridi sempre, anche se non ne hai voglia. Quando sembra che tutto vada storto cerca di riderci sopra. Senza ironia e, soprattutto senza autoironia qualsiasi difficoltà diventa un peso enorme da sopportare. A riderci su, invece, si alleggerisce anche il momento più difficile».

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1