19 febbraio 2020

Spettacoli

Chiudi

20.10.2019

«Watchmen», la nuova serie con supereroi molto umani

Una foto di scena di «Watchmen»
Una foto di scena di «Watchmen»

ROMA Quis custodiet ipsos custodes? Chi sorveglierà i sorveglianti stessi? È ambientata in una realtà alternativa, senza Internet e senza smartphone, «Watchmen», la nuova serie firmata da Damon Lindelof e ispirata all’omonima, rivoluzionaria graphic novel di Alan Moore e Dave Gibbons, al debutto domani su Sky Atlantic alle 3 della notte fra domenica e lunedì, per essere poi proposta in prima serata dal 28 ottobre nella versione in italiano. Un autore di culto, un materiale di partenza con generazioni e generazioni di fan, un cast all-star guidato dai premi Oscar Regina King e Jeremy Irons, dosi massicce di black humour, un’elettrizzante colonna sonora a cura di Trent Reznor e Atticus Ross (entrambi premio Oscar per The Social Network) e spettacolari scene d’azione fanno di «Watchmen» uno dei prodotti più ambiziosi e attesi dell’anno. Dopo «Lost» e «The Leftovers», la nuova serie targata Hbo è ambientata circa trent’anni dopo la fine del fumetto. Siamo a Tulsa, Oklahoma, in un 2019 alternativo: la tecnologia si è sviluppata in modo diverso: non esistono cellulari nè Internet, solo cercapersone che squillano con il suono spartano di un bip, però è possibile risalire al proprio albero genealogico in poche mosse. Il presidente degli Stati Uniti è Robert Redford, eletto nel 1992 e ancora in carica; i supereroi sono fuorilegge e la polizia è una squadriglia di vigilanti che opera a volto coperto. Quella che Lindelof ha immaginato per la sua serie tv è una storia che prende le mosse da quella raccontata da Alan Moore nel 1986, collocata nel medesimo universo narrativo e presentata ai fan dell’omonima graphic di culto e a un pubblico tutto nuovo. La storia segue un gruppo di «supereroi» estremamente umani, alle prese con problemi personali e questioni etiche. Una storia inedita, che ha luogo qualche decennio dopo le avventure del Dottor Manhattan e degli altri controversi supereroi e che vede protagonisti personaggi vecchi e nuovi, interpretati da un cast di stelle di prima grandezza. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Qual è secondo voi la Grande opera più urgente per la città e che vorreste vedere realizzata per prima?
ok

Necrologie