23 gennaio 2020

Spettacoli

Chiudi

22.10.2019

La Pession in corsia tra gli adolescenti con disagi psichici

Gabriela Pession
Gabriela Pession

«Un ruolo che ho fortemente amato, voluto, proprio perchè imperfetto. Lo dico senza retorica è quello che ad oggi dopo 22 di carriera, ritengo il più completo, anche perchè tratta un tema forte ma necessario che in Italia in una serie tv non è mai stato affrontato in questo modo. La malattia mentale, è una patologia su cui le persone hanno tanti pregiudizi, c’è una grande ignoranza, non si guarisce, ma si può prevenire o tenere a bada se la diagnosi è fatta da bravi professionisti». Gabriela Pession parla così di «Oltre la soglia», la serie tv che la vede protagonista dal 6 novembre in prima serata su Canale 5 nei panni di Tosca Navarro il primario di un reparto all’avanguardia nella cura di adolescenti con disagi psichici. Nel suo campo Tosca è la migliore, ma nasconde un segreto: un passato difficile e una diagnosi di schizofrenia. «Una bomba a orologeria pronta a esplodere, che se da una parte le permette di leggere meglio di chiunque altro le menti fragili, le anime danneggiate dei suoi pazienti, dall’altra la consuma in fretta e la espone continuamente al rischio di far scoprire al mondo il suo segreto e di precipitare di nuovo nella malattia». Tosca è un medico fuori dal coro, dotata di grandissimo intuito e di una spiccata empatia, ribelle e apparentemente inadatta al ruolo di responsabilità che riveste. La serie è diretta da Monica Vullo e Riccardo Mosca e vanta nel cast anche Paolo Briguglia, Alessandro Tedeschi, Nina Torresi, Camilla Ferranti e con la partecipazione di Giorgio Marchesi nel ruolo di un pubblico ministero che avrà un rapporto di grande scontro con la dottoressa ma anche un’inspiegabile «attrazione» Tosca, aggiunge Pession «ho voluto che fosse spogliata di ogni lato retorico o pietistico, è una donna tosta, una sorta di antieroina dotata di superpoteri consapevole della sua malattia. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1