09 luglio 2020

Spettacoli

Chiudi

14.10.2019

Grandi manovre nel mercato Accordo tra Mediaset e Netflix

Una scena della serie Netflix «La Casa di Carta»
Una scena della serie Netflix «La Casa di Carta»

ROMA Grandi manovre nel mercato televisivo italiano per far fronte all’offensiva dei player internazionali, a partire da Disney+ che si appresta al debutto sulla piazza nordamericana il 19 novembre al competitivo prezzo di 7 dollari al mese ed è atteso entro un paio di anni in tutto il mondo. L’offensiva del colosso Usa dell’entertainment, che porterà il catalogo Disney in streaming, insieme alle manovre di Amazon, Apple e Netflix, spingono le realtà nazionali ad accordi e strategie innovative per garantirsi la sopravvivenza. Si colloca in quest’ottica l’accordo tra Mediaset e Netflix. Il Biscione è impegnato nella creazione di un polo europeo della tv, con la fusione della controllata spagnola nonostante lo stop imposto dalla Corte di Madrid. Per competere sul mercato internazionale ha siglato un’intesa con il gigante dello streaming per la produzione di sette film. Una partnership sperimentale per i prossimi due anni che - come spiegato dalle due aziende - prevede la trasmissione prima su Netflix e poi appena dopo 12 mesi in esclusiva free su Mediaset, probabilmente su Canale 5. La società guidata da Reed Hastings, che ha annunciato il raggiungimento di due milioni di abbonati in Italia e la scelta di aprire una sede nel Paese per mettersi in regola con il pagamento delle tasse, ha recentemente alzato il prezzo del proprio servizio con qualche ripercussione sull’andamento delle sottoscrizioni. Netflix è dal 9 ottobre visibile anche su Sky, con la sottoscrizione dell’opzione Intrattenimento Plus ad un prezzo agevolato rispetto a chi si abbona solo al servizio in streaming. La filiale italiana dell’emittente satellitare, sulla scia di quanto avvenuto in altri paesi europei, si propone così come piattaforma multipla, sulla quale vedere anche Dazn o ascoltare musica con Spotify. Anche la piattaforma di streaming Amazon comincia a fare sul serio sul nostro mercato e ha reso nota la produzione della prima serie italiana non-fiction, arruolando un cast di sicuro appeal a cominciare da capitan Totti. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie