27 gennaio 2020

Spettacoli

Chiudi

14.01.2020

Teresa Mannino, doppio pienone al Nuovo
con tutte le risate che... ci seppelliranno

I paradossi del consumismo, le «follie» dell'industria alimentare, le differenze del cervello tra uomo e donna e l'incapacità di accettare l'invecchiamento.  Si ride con Teresa Mannino, che ha i tempi collaudati e le battute naturali da comica navigata, ma poi ci si chiede: «Perché rido?». Con quello splendido accento siculo strappa dal peggio della società moderna le risate che ci seppelliranno tutti: «Ma noi non stiamo bene» è infatti il leitmotiv dello spettacolo con il quale la Mannino ha riempito il Teatro Nuovo domenica e lunedì sera. 

 

«Non stiamo bene», per esempio, quando ci lasciamo trasportare dal consumismo isterico che ci spinge a comprare un frigo di 2 metri per 2 perché «non avevo più spazio per le calamite» oppure quando «buttiamo il 70 per cento del cibo prodotto nel mondo» perché «tanto costa poco».  E «non stiamo bene» nemmeno quando «vestiamo i cani» o quando invece di leggere un bel libro, «stiamo 20 minuti a guardare su Whatsapp la scritta "sta scrivendo"».

 

È un mondo a testa in giù quello che, tra le risate, dipinge la Mannino: bastonatrice di costumi e usanze siciliane, ma anche sarcastica con la freddezza del milanese. Schietta sulle proprie debolezze e cinica sui nuovi «bisogni» imposti dalla società. Se non fosse così brava a far sganasciare il pubblico, si potrebbe dire che è una arrabbiatissima Greta che chiede ai non più giovani di rimettere il mondo a testa in su! 

Giorgia Cozzolino
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1