20 aprile 2019

Spettacoli

Chiudi

15.03.2019

Tre fratelli e i «Genitori in affitto» Risate con un equilibrio precario

Una scena dello spettacolo «Genitori in affitto»
Una scena dello spettacolo «Genitori in affitto»

Ultima data della rassegna teatrale al Capitan Bovo. Sarà «Genitori in affitto» a salutare per quest’anno il pubblico di Isola della Scala. Il sipario si aprirà questa sera alle 21 e sul palco salirà la giovane compagnia I pezzi di nerd. Fuori programma poi, sabato 23 marzo, seguirà lo spettacolo «I Miserabili – una rivoluzione in musica», un ulteriore regalo ai tanti affezionati del Capitan Bovo che quest’anno hanno letteralmente preso d’assalto il teatro facendo registrare il tutto esaurito in tutte otto le date. «Genitori in affitto» è una storia contemporanea, spassosa senza tralasciare però aspetti più profondi e riflessivi sui nostri tempi. Tre fratelli vivono spensierati nella loro casa: liberi e senza l’assillo di entrambi i genitori. Mamma e papà infatti hanno divorziato anni prima e, superato il momento della separazione, i tre hanno imparato ad apprezzare i lati positivi della nuova convivenza. Vivono l’equilibrio di una libertà obbligata, fra intoppi e disaccordi, ma anche con tanta spensieratezza che però si rompe, o rischia di frantumarsi, quando i genitori inviano ai figli un messaggio. Durante il prossimo pranzo della domenica, quando saranno tutti riuniti intorno allo stesso tavolo, infatti, annunceranno la loro pazza idea: sposarsi di nuovo. Ecco allora che si scatena una guerra generazionale, prima, e di spazi e comodità poi. Un percorso al contrario: qui non sono i figli a tornare dai genitori, ma mamma e papà che rientrano nella vecchia casa. L’equilibro conquistato col tempo non può che essere messo in pericolo. Giancarlo (Niccolò Innocenzi), Agostino (Jey Libertino) e Flavio (Mirko Cannella) vedranno spazzata via da un momento all’altro la loro emancipazione, proprio quando avevano deciso di ristrutturare casa in base alle loro esigenze. «Lo spettacolo lo abbiamo scritto noi e si possono passare due ore di spensieratezza», racconta Iovane. «La nostra è una comicità semplice e genuina, però cerchiamo sempre di dare una morale nelle nostre storie. Sul finale ci sarà anche un risvolto inaspettato». Con «Genitori in affitto», che vede alla regia Fabrizio Nardi, I pezzi di Nerd tornano sul palco di Isola dopo lo spettacolo di due anni fa «Ho adottato mio fratello». •

N.V.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1