17 luglio 2019

Spettacoli

Chiudi

28.04.2019

Le sculture di Bogoni
risuonano
al Premio Totola

La prosa diventa anche concerto alla 15esima edizione del Premio Totola, che si terrà al Teatro Camploy dal 4 maggio all'8 giugno, organizzato dal Comune di Verona in memoria del compianto attore, regista e uomo di cultura verone di cui viene portato avanti l'operato dalla compagnia Giorgio Totola, di cui fa parte Lina Corsi moglie dell'artista e i figli.

 

Il cartellone del concorso biennale nato nel 1988, la cui direzione artistica è curata da Lina Totola, comprende cinque allestimenti in gara, mentre il sesto è fuori concorso ed è quello della Compagnia Giorgio Totola che propone una storia molto cara a Verona ovvero quella dello scultore Gino Bogoni le cui opere diventeranno in scena veri e propri strumenti musicali. Si intitola «Concerto in bronzo di Gino Bogoni», previsto per l'8 giugno alle 21, curato nella direzione artistica da Patrizia Arduini Bogoni. Si tratta di una performance che nasce dalle mani di Gino Bogoni nel 1972 quando lo scultore scaligero diede vita a un’opera che chiamó «Lotus», ossia una creatura vivente la quale dalle sue lamelle fax scaturire melodie cosmiche che catturano e commuovono chi ascolta fino a portare il e portano il pubblico ad apprezzare una nuova dimensione sia sonora che esistenziale. Lotus, che appare sconcertante ma calamitante, vinse nel 1973, il 1° Premio al 9° Concorso Internazionale del Bronzetto di Padova e diventerà al Camploy, tra le mani del percussionista Francesco Sguazzabia «Sbibu», un vero e proprio strumento musicale, accompagnato in alcuni brani da David Cremoni alla chitarra e Guillermo Gonzales, voce ed elettronica. A completare ed esprimere il pensiero di Gino Bogoni scultore e scrittore, tra arte e quotidiano già pubblicato nel «Diario d’Artista», è previsto il racconto di Carla e Massimo Totola, voci recitanti.

Michela Pezzani
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1