16 luglio 2019

Spettacoli

Chiudi

08.12.2018

Arriva «Lo Schiaccianoci» del Balletto di Verona

Chiara Uderzo e Vladimir Shishov in «Lo Schiaccianoci»
Chiara Uderzo e Vladimir Shishov in «Lo Schiaccianoci»

Ci sarà anche un po’ di Vienna, città dove il compositore legnaghese Antonio Salieri fu apprezzato compositore oltre che Kapellmeister della Corte Imperiale, nell’allestimento de “Lo Schiaccianoci” proposto domani, alle 18, al teatro Salieri di Legnago, dal “Balletto di Verona” sotto la direzione artistica dei coreografi Eriberto Verardi e Anna Guetsman. Ad interpretare il celebre capolavoro in due atti, su musiche di Pëtr Il'ič Čajkovskij e coreografie di Marius Petipa e Lev Ivanovič (riprese e riviste da Verardi e Guetsman), accanto agli allievi della scuola e alla Compagnia junior, danzeranno infatti anche due ballerini d’eccezione: Vladimir Shishov e Chiara Uderzo, entrambi del Teatro dell’Opera di Vienna, che al Salieri saranno i protagonisti del Grand Pas de deux del secondo atto del Divertissement della Fata Confetto e del suo Principe. Il primo, che ha già preso parte ad altri tre spettacoli del “Balletto di Verona” - tra i quali anche le due rappresentazioni de “Lo Schiaccianoci” del 2017 a Verona e a Mantova – è principal dancer del Wiener Staatsballett. Di origini russe, si è diplomato alla prestigiosa Accademia Vaganova. Dello Staatsballett fa parte appunto anche la giovanissima Chiara Uderzo, originaria di Verona, che ha da poco compiuto 18 anni, ma è già tra le eccellenze della sua formazione. Dopo aver iniziato lo studio della danza a cinque anni con la sola maestra Guetsman, proseguendo poi dal 2010 al 2014 all’interno del “Balletto di Verona”, Chiara, appena 14enne aveva poi spiccato il volo, su consiglio degli stessi Verardi e Guetsman, verso l’Accademia dell’Opera di Vienna, dove si è diplomata ballerina professionista a 16 anni, entrando subito tra le fila del corpo di ballo. “Siamo prevalentemente impegnati in repertori classici - spiega Chiara, durante una delle sue prove allo Staatsoper - ma non trascuriamo il contemporaneo”. “Lo Schiaccianoci”, balletto natalizio per eccellenza, andò in scena per la prima volta il 18 dicembre 1892 al Teatro Mariinskij di San Pietroburgo. Ispirato al racconto di Ernst Theodor Amadeus Hoffmann, narra di una giovane fanciulla Clara che riceve in dono dal mago Drosselmayer uno Schiaccianoci a forma di soldatino, •

Elisabetta Papa
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1