18 settembre 2020

Spettacoli

Chiudi

02.09.2020

Oliviero Toscani contro tutti: «La modella armena? Bellezza rivoluzionaria»

La modella Armine Harutyunyan
La modella Armine Harutyunyan

Si chiama Armine Harutyunyan, è nata in Armenia, ha 23 anni ed è una modella non professionista. Sul suo profilo Instagram, dove conta 130mila follower, si vede ritratta in pose di vita quotidiana, nei suoi viaggi in diverse città italiane, a volte con pose e abiti particolari dai quali emerge la sua vena artistica.

 

Fa l’illustratrice, ma è finita nel mirino dei social per il suo aspetto. Scelta da Gucci per la sfilata del settembre 2019 a Milano per la collezione primavera/estate 2020, è ora vittima di body shaming perché il suo viso non corrisponde ai canoni di bellezza tradizionale. Naso adunco, sopracciglia folte, volto ovale, è stata oggetto di insulti anche sulla scia di una notizia, in realtà non confermata da alcuna fonte, secondo cui sarebbe stata inserita dalla casa di moda tra le centro modelle più sexy del pianeta. Una sua foto è stata ritoccata per farla apparire inequivocabilmente nell’atto di fare il saluto romano, mentre si trattava di una posa scelta per uno scatto davanti alla statua di Giulio Cesare.

 

Oliviero Toscani ha spesso fatto discutere per le sue scelte controcorrente nelle sue campagne pubblicitarie. «Per me niente di nuovo... È da anni che ho un ufficio che fa ricerche di visi particolari. È bellissima quella ragazza, ha un volto interessantissimo, esprime una forma di intelligenza. Non è una barbie doll, non è un oggettino. È una bellezza molto più complessa».

 

I canoni della bellezza tradizionale stanno cambiando? O non esistono più? Il conformismo esiste. Gli stupidi vedono il bello solamente nelle cose banalmente belle. Esistono bellezze molto più complesse. È incredibile questo interesse per questa vicenda. È veramente rivoluzionario questo volto, mette in crisi tutti canoni della bellezza conformista tradizionale. La bellezza è una forma di personalità. Questa faccia esprime personalità e un carisma molto particolare«.

 

È un successo anche per Gucci? «È logico che è una vittoria. Sono stati bravissimi a fare questa scelta - risponde Toscani -. Comunque niente di nuovo... Personalmente faccio queste ricerche da sempre. Non è una faccia comune questa, è una scelta molto intellettuale. Comuni sono le biondine, le "fighette"... La televisione è piena di queste figure, tra le presentatrici ci sono tante barbie-doll. Invece, lei non ha trucco, ha un ovale del viso fantastico, questo naso... Io la trovo molto interessante«.

 

Sul body shaming, «l’umanità è piena di cretini, non mi interessa quello che dicono. Non sto a perder tempo con quelli che penso siano stupidi. Si dà troppa importanza ai social, sono portineria culturale. Le bellezze americane anni ’50 erano tutte vamp, anche un po' stupide... Questa, invece, è una faccia che incute rispetto, non è un oggetto. Non fa venir voglia di fare il bullo. Incute un rispetto, perché non sculetta. È tutto un altro mondo, un’altra educazione, un’altra etica».

ANSA
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie