26 febbraio 2020

Spettacoli

Chiudi

23.12.2019

Musica per Natale? Bach
perché ci fa sentire il silenzio

Natale, è molto bello partecipare con altre persone a un’esperienza artistica emozionante, pure il nostro mondo ci offre delle risorse che per gli appassionati di musica sono un paradiso. Molto si può ascoltare online. Spesso di uno stesso brano sono offerte diverse interpretazioni. Il consiglio di questo tempo di Natale è la prima aria della cantata di Bach BWV 120 da goderci insieme, seppure separatamente. Basta digitare su internet il titolo “Gott, man lobet dich in der Stille” e si può procedere all’ascolto. Prima la traduzione dell’incipit della prima aria per contralto, che costituisce anche il titolo di tutta la cantata: “Signore, ti si loda nel silenzio”. Poi la sperimentazione pratica di questa meraviglia. Si può scegliere il grandissimo Collegium Vocale diretto da Philippe Herreweghe oppure l’altrettanto grande Ton Koopman, con l’Amsterdam Baroque Orchestra, che tra l’altro spesso risiede a Verona, che dovremmo custodire come un gioiello della nostra città. Personalmente amo vedere gli strumenti che suonano, particolarmente i due oboi d’amore dal suono dolcissimo con la Netherlands Bach Society, diretta da Jos van Veldhoven. La musica che si inventa quel genio di Bach esprime illusionisticamente il concetto del silenzio, facendo prolungare il suono sulla parola “Stille (silenzio)”. Poi ci rapisce con la bellezza della coloratura vocale sulle parole “Lobe dich (ti si loda)”. Ha la funzione dell’antico melisma gregoriano: quando le parole non bastano più, realizza l’esperienza dell’adorazione.

Elena Biggi Parodi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Qual è secondo voi la Grande opera più urgente per la città e che vorreste vedere realizzata per prima?
ok

Necrologie