11 dicembre 2019

Spettacoli

Chiudi

26.04.2019

Springsteen, arriva «Western Stars»

ROMA Si chiama «Western Stars» e uscirà il 14 giugno il nuovo lavoro di Bruce Springsteen. È il primo album di inediti registrato in studio dopo cinque anni dall'uscita di «High Hopes» e verrà pubblicato per la Columbia Records: il primo singolo «Hello Sunshine» uscirà, insieme al video, alla mezzanotte di oggi. Il cantante americano ha informato i fan con un messaggio social - preceduto nei giorni scorsi da alcune immagini che evocavano il deserto americano - nel quale spiega che l'album «è un ritorno alle mie registrazioni da solista con canzoni ispirate ai personaggi con arrangiamenti orchestrali e cinematografici». E poi aggiunge: «È un gioiello di disco». Niente E Street Band dunque, Bruce continua da solista dopo l’esperienza teatrale con lo spettacolo «Springsteen on Broadway» rimasto in scena un anno al Walter Kerr Theatre di New York. Nella nota fornita alla stampa americana si legge che le «13 tracce comprendono una gamma di tematiche americane, dalle autostrade agli spazi deserti, dall'isolamento alla comunità, casa e speranza. Il tutto influenzato dai suoni pop della California meridionale a cavallo tra gli anni Sessanta e Settanta». Come nei suoi due album precedenti, Ron Aniello ha prodotto l’album, oltre a suonare basso, tastiera e altri strumenti. Oltre 20 musicisti sono creditati sull’album, tra cui il tastierista originale della E Street Band David Sancious, la violinista Soozie Tyrell e l’organista Charlie Giordano, dell’attuale formazione. Jon Brion – conosciuto per il suo lavoro con Kanye West – suona celeste, Moog e farfisa. La moglie di Springsteen, e compagna di band, Patti Scialfa è responsabile per gli arrangiamenti vocali su quattro canzoni e canta su diverse altre. La track list dell'album è stata resa nota: Hitch Hikin’; The Wayfarer; Tucson Train; Western Stars; Sleepy Joe’s Café?; Drive Fast (The Stuntman); Chasin’ Wild Horses; Sundown 9. Somewhere North of Nashville 10. Stones 11. There Goes My Miracle; Hello Sunshine; Moonlight Motel. Il nuovo lavoro segue a cinque anni di distanza «High Hopes», che all’inizio non aveva dato grandi speranze ma poi s’era capito che non si trattava di una raccolta raccogliticcia, anzi, ma di un disco di rock, senza fronzoli, e forse meno coesione narrativa - non ha un tema vero e proprio - meno politica e meno folk rock che “Wrecking ball”. Ora la nuova avventura. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1