21 ottobre 2019

Spettacoli

Chiudi

30.09.2019

L’Italia vota le sei canzoni per il Songbook dell’Ue Classici ma anche pop

Meglio «Almeno tu nell’universo» cantata da Mia Martini o la celebre romanza «Nessun Dorma» della Turandot di Puccini per rappresentare l’Italia nell’Europa delle sette note? Più adatta «Bella ciao» o «Generale» di Francesco De Gregori? E tra le canzoni per i bambini è più identitaria 44 gatti, Alla fiera dell’est, Il valzer del moscerino o ci vuole un fiore? L’Italia, come gli altri 26 Paesi dell’Unione (tutti tranne il Regno Unito, ormai in uscita dall’Ue), è chiamata a scegliere le sei canzoni, in una lista di cinquanta, che dovranno rappresentare il Paese nel primo Songbook dell’Unione Europea. Dal 2015 più di 80mila votanti da 26 Stati hanno partecipato all’evento. L’Italia è l’ultimo ad essere invitato ad esprimersi e potrà farlo fino al 27 ottobre (sul sito www.eu-songbook.org). Ad individuare le cinquanta canzoni tra cui scegliere (divise in sei categorie: Canzoni d’amore, Natura e Stagioni, Libertà e pace, Canzoni popolari, Fede e Canzoni per bambini) sono stati insegnanti di musica italiani, allievi di musica e cantanti di coro - principalmente da Catania, Roma, Milano e Ferrara. Tra le canzoni nominate sono presenti sia classici come «O sole mio» e sia canzoni più contemporanee come «La Donna cannone».

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1