20 novembre 2019

Spettacoli

Chiudi

12.06.2019

L’estate di Radio2 tra Agnelli e Mahmood

Il vincitore di Sanremo Mahmood
Il vincitore di Sanremo Mahmood

MILANO «Quando si pensa a un festival itinerante si punta alla standardizzazione, il tour di Radio 2 è costruito con una logica diversa, quella di fare la cosa migliore per ogni tappa, con un evento su misura per ogni luogo». Così l’ad di Rai Pubblicità Giampaolo Tagliavia ha presentato ieri il Radio 2 Summer Live, la kermesse in 5 tappe che prenderà il via il 14 e 15 giugno da Cervia e alternerà dirette di programmi come «Numeri Uni» a concerti e dj set. «Lavoriamo in modo sartoriale - ha aggiunto la direttrice di Radio 2 Paola Marchesini - adattando il format al posto dove andiamo per raccontare al meglio il territorio». A Cervia sarà di scena l’indie, con il Cervia Indie in Wonderland che ospiterà un villaggio hipster con tanto di barber shop e vedrà salire sul palco i giovani Margherita Vicario e la band La Rua oltre a Manuel Agnelli. Trasferta in Toscana per la seconda tappa, il 21 e 22 giugno a Camaiore, che per l’occasione inaugurerà il progetto Bussola domani e nel weekend ospiterà lo show di Andrea Perroni e l’esibizione di Alex Britti. Dal 27 al 29 giugno appuntamento a Senigallia con il consolidato CaterRaduno, l’evento firmato Caterpillar, ormai oltre la ventesima edizione, che vedrà l’esibizione all’alba sulla spiaggia del vincitore di Sanremo Mahmood. Di sera, invece, spazio alle voci di Noemi, di Diodato e Carmen Consoli. In piazza, anche l’aperitivo antispreco a supporto del progetto ’Libera la naturà. Di nuovo Romagna, il 5 e 6 luglio, questa volta a Cattolica con Shade e Federica Carta e i Tiromancino. Ultima tappa ufficiale, il 12 e 13 luglio a Porto Recanati, con Le Vibrazioni. Il festival avrà anche una coda a Matera, il 18, 19 e 20 luglio, con una tre giorni dedicata all’allunaggio che vede in programma un progetto di Brian Eno sul lavoro «Apollo soundtrack» riadattato per l’occasioni e abbinato a immagini inedite della Nasa, un concerto dei Subsonica e l’esibizione della bulgara Valja Balkanska, la cui voce è stata nello spazio come parte del disco «Voyager golden record» voluto dalla Nasa negli anni Settanta e che comprendeva tutti i suoni più caratteristici del nostro pianeta ed una serie di istruzioni cifrate per l’eventualità di un ritrovamento da parte di qualche civiltà extraterrestre. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1