14 dicembre 2019

Spettacoli

Chiudi

24.10.2019

Il Cimarosa pop firmato Morgan prima tappa del «Viaggio in

La presentazione del «Matrimonio segreto»  con il sovrintendente Cecilia Gasdia e il cast   BRENZONIUna scena de «Il matrimonio segreto» nella regia di Morgan
La presentazione del «Matrimonio segreto» con il sovrintendente Cecilia Gasdia e il cast BRENZONIUna scena de «Il matrimonio segreto» nella regia di Morgan

«Una grande gioia oltre che motivo di orgoglio poter ricominciare con una stagione al Filarmonico a tutto tondo: da ottobre a dicembre presentiamo infatti questo Viaggio in Italia che crea un percorso tematico e cronologico che dai capolavori italiani del ‘700 approda alle più celebri pagine del melodramma di primo ‘900, tra l’altro perfettamente in linea con i parametri previsti dal Fus, in quanto porta in scena un repertorio tutto italiano e abbastanza raro: tre opere italiane (Cimarosa, Donizetti e Puccini) abbinate ad altrettanti concerti». Così il sovrintendente di Fondazione Arena Cecilia Gasdia ha introdotto ieri la presentazione del «Matrimonio segreto» di Domenico Cimarosa che va in scena per la prima volta al Filarmonico domenica alle 15.30 (repliche martedì 29 ottobre alle 19, giovedì 31 ottobre alle 20 e domenica 3 novembre alle 15.30): i protagonisti del melodramma giocoso sono artisti internazionalmente noti e giovani cantanti affermati, diretti dall’ancor più giovane maestro Alessandro Bonato, insieme nella prima produzione operistica firmata da Morgan. Proseguendo quindi nel nome di Cimarosa e nel solco tracciato dalla chiusura della stagione lirica primaverile (che abbinava una nuova produzione de «Il Maestro di cappella» al pucciniano «Gianni Schicchi») e dall’ultimo concerto sinfonico-corale (che ha presentato la prima esecuzione veronese della «Missa pro defunctis», capolavoro della maturità di Cimarosa), viene proposta al pubblico scaligero una terza primizia. «Il capolavoro di Cimarosa», ha proseguito Gasdia, «qui conta su un allestimento frizzante e divertente del Teatro Coccia di Novara con la regia di Marco Castoldi, in arte Morgan, che sa intrecciare elementi accattivanti di modernità alla tradizione». «Un allestimento dinamico che crediamo potrà piacere molto anche ad un pubblico giovane», ha aggiunto il vicedirettore artistico Stefano Trespidi. «La vicenda implica pochi personaggi ma con un intreccio divertente e avvincente, inesauribilmente ricco di colpi di scena». La narrazione, come ha dichiarato lo stesso Morgan, intreccia abilmente il trionfo dell’amore sugli interessi, la leggerezza del dramma giocoso e gli elementi di satira sociale attraverso un sapiente gioco di chiaroscuri di cui è ricco lo spettacolo, come se ogni situazione fosse in controluce rispetto ad un’altra, precedente o successiva. Sul podio dell’Orchestra dell’Arena di Verona torna il ventiquattrenne Alessandro Bonato, reduce da un ottimo successo nel dittico cimarosiano-pucciniano «Il Maestro di cappella/Gianni Schicchi». Bonato vanta collaborazioni con prestigiose orchestre tra cui la Filarmonica della Scala e un terzo posto assoluto tra gli oltre cinquecento concorrenti all’ambitissima Malko Competition di Copenaghen per giovani direttori. «Sono veronese e per me è una grande gioia poter restituire a questo teatro quello che mi ha dato», ha detto Bonato. «Il Matrimonio segreto è il faro di tutta l’opera buffa, un lavoro straordinario che vogliamo far conoscere ai veronesi». Nel cast l’esperto basso buffo Salvatore Salvaggio, i soprani Rosanna Lo Greco e Veronica Granatiero, al suo debutto al Filarmonico, il tenore Matteo Mezzaro, nel ruolo della ricca vedova Fidalma il mezzosoprano Monica Bacelli, raffinata artista dalla brillante carriera, mentre lo spavaldo Conte Robinson è il giovane basso Alessandro Abis. •

Alessandra Galetto
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1