18 novembre 2019

Spettacoli

Chiudi

03.10.2019

Eric Clapton torna in Italia Arriva un’ondata di blues

Eric Clapton
Eric Clapton

«Manolenta» torna in Italia per due concerti. A più di dieci anni dal precedente tour, Eric «Slowhand» Clapton ha in programma una serie di concerti in Europa, con due tappe italiane: il 6 giugno a Milano, al Mediolanum Forum, e l’8 giugno a Bologna, alla Unipolarena. I biglietti per i due show del chitarrista inglese saranno in vendita da lunedì 7 ottobre alle 10 del mattino, con una prevendita riservata agli ascoltatori di Virginradio. Per poter accedervi, basta registrarsi sul sito Virginradio.it per ricevere il codice che renderà possibile l’acquisto Ticketone.it. Da mercoledì 9 ottobre, dalle 10, i tagliandi saranno regolarmente in vendita su Ticketone.it e su Dalessandroegalli.com, il sito dei promoter italiani D’Alessandro & Galli. «Slowhand» - il soprannome gli venne dato negli anni ’60 come battuta sulla sua velocità stratosferica e sul lento battito di mani del pubblico mentre lo attendeva sul palco – nel tour 2020 sarà accompagnato da una superband composta da Nathan East (basso), Paul Carrack (tastiete), Chris Stainton (tastiere), Doyle Bramhall II (chitarra, già visto in apertura a Lenny Kravitz e in un concerto strepitoso a Fiamene, in Valpolicella), Sharon White and Katie Kissoon (cori). In scaletta, tonnellate di blues, da quello del Delta del Mississippi a quello elettrico di Chicago, e poi brani dei Cream, altri tratti dalla carriera solista di Clapton, e classici del blues e del rock. Negli spettacoli più recenti Clapton (classe ’45) ha presentato “Pretending”, “Key to the Highway”, “I'm Your Hoochie Coochie Man” (di Muddy Waters), “I Shot the Sheriff” (quella che contribuì al successo di Bob Marley in Occidente) e poi “Nobody Knows You…” di Jimmy Cox, la commovente “Tears in Heaven”, scritta per Conor, il figlio avuto dall’attrice veronese Lory Del Santo, scomparso a soli quattro anni; e poi “Badge” dei Cream, due canzoni del suo idolo, Robert Johnson (“Cross Road Blues” e “Little Queen of Spades”, per finire con la classica “Layla”, che incise nel periodo in cui girava con Derek & the Dominos Quest’anno Clapton è tornato in tour, dal Giappone all’Europa (ma non è passato dall’Italia) fino agli Stati Uniti, dove ha tenuto il suo Crossroads Guitar Festival, due date a Dallas in Texas, con più grandi chitarristi del mondo: Buddy Guy, Robert Cray, Keb' Mo' (visto al Teatro Romano), Gary Clark Jr. (già in Arena), John Mayer, Jonny Lang, Jimmie Vaughan, James Bay (ospite della rassegna Rumors). Per l’estate 2020 Clapton ha già fissato 15 date nell’arco di un mese (12 città in Europa e 3 in Russia), con la “prima” a Praga, il 29 maggio. •

Giulio Brusati
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1