18 luglio 2019

Spettacoli

Chiudi

24.06.2019

Dieci anni senza Jackson, re del pop caduto nell'ombra

Michael Jackson. Nessuna celebrazione per i 10 anni della sua morte
Michael Jackson. Nessuna celebrazione per i 10 anni della sua morte

ROMA Il decennale della morte di Michael Jackson, domani, è l’occasione per tornare su una delle più clamorose vicende di ascesa e caduta della storia dello spettacolo. Uno dei geni assoluti del pop, l’incredibile ballerino che ha cambiato il corso della danza, il Peter Pan che non voleva essere nero, è affondato in un gorgo melmoso di incubi da predatore sessuale di ragazzini. Nell’epoca del Metoo nessuno si azzarda a celebrare le sue gesta nel decennale della morte: neanche il suo amico, mentore, produttore Quincy Jones ha trasformato un concerto in programma a Londra per celebrare Jackson in un generico omaggio alle musiche da film. I grandi Network americani non hanno nulla in programma, si parla di un musical a Broadway per l’anno prossimo ma si dice che la produzione sia in difficoltà.

Michael Jackson

 

Dal punto di vista legale, Michael Jackson era stato assolto dalle accuse di pedofilia: i processi erano iniziati nel 1993, l’assoluzione è del 2003, in mezzo ci sono molti accordi extra giudiziali. Ma il documentario «Leaving Neverland», (Neverland era il nome del suo famigerato Ranch-parco giochi) con le testimonianze di chi ha fatto parte del giro dei «giovani amici» di Michael, ha seppellito sotto un mare di fango ogni accenno alla nostalgia.

Michael Jackson: morì nel giugno del 2009 La copertina dell’album

 

Anche i particolari della sua morte danno il segno di un disastro esistenziale: Jackson è morto perchè il suo medico personale gli ha somministrato l’anestetico chirurgico cui era assuefatto nonostante avesse già assunto una notevole quantità di farmaci potenti.

Era in queste condizioni che cercava di affrontare il suo ritorno sulle scene: basta guardare «This Is It», il documentario sul dietro le quinte di quel ritorno che non c’è mai stato, per capire del Michael Jackson degli anni di «Thriller» e «Bad» era rimasta l’ombra. E sullo sfondo si intravede pure la storia di Michael bambino abusato da un padre violento e dispotico che gli insegnava le coreografie dei Jackson 5 a suon di botte. In questo quadro c’è poco spazio per ricordare la sua grande musica. •

 

Michael Jackson nel febbraio 2005

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1