22 settembre 2019

Spettacoli

Chiudi

15.08.2019

Boomdabash, spopola Mambo salentino

Successo senza confini per i Boomdabash
Successo senza confini per i Boomdabash

In testa alle classifiche dei brani più trasmessi dalle radio e ascoltato 24 milioni di volte su Spotify, il “Mambo salentino” dei Boomdabash con Alessandra Amoroso è il tormentone dell’estate 2019. «Una soddisfazione grandissima che ci ripaga di tutto il lavoro fatto fin ora e in questi 15 anni di gavetta», racconta la reggae band pugliese. «L’estate è la nostra stagione migliore. Ed è un gran piacere che il “Mambo salentino” lo stiano ballando in tutta Italia con grande calore». Boomdabash, andando avanti così, in Arena per gli RTL Power Hits il prossimo 9 settembre, può succedere che… Vabbè, non diciamo nulla per scaramanzia… Ma l’anno scorso vi siete portati a casa il premio per il tormentone dell’anno con Loredana Bertè. «La vittoria dello scorso anno è stata inaspettata, ma un po’ ci speravamo. Anche l’estate scorsa per noi è stata da record. Non vediamo l’ora di tornare a Verona: suonare in Arena è poi sempre un’emozione unica». Dopo “Mambo Italiano” negli anni ‘60 («mixed up Siciliano/ All you Calabresi do the mambo like a crazy»), adesso c'è il Mambo salentino: da dove è nata l'idea? «I nostri beatmaker ci hanno proposto un ritmo e ci è piaciuto subito. Abbiamo prima di tutto pensato di fare un omaggio alla nostra terra, il Salento, e proprio per questo abbiamo chiamato la nostra “partner in crime”, la mitica Alessandra Amoroso, un‘esplosione di pura energia. Pazzesca! Avevamo già lavorato con lei nel 2015 per il brano “A tre passi da te”. Tornare a duettare con lei è stato super, è una nostra amica, oltre che una grande artista. Appena abbiamo avuto chiara l’idea del pezzo, l’abbiamo chiamata». E il Salento torna anche nel video, dove si vede un gruppo che fa musiche e danze tradizionali pugliesi. In che senso questo Mambo guarda al passato o alla musica folk? «La nostra musica è sempre stata contaminata da diversi generi e non ci siamo mai posti limiti: facciamo prima di tutto quello che ci piace. Ovviamente siamo felicissimi che il pubblico risponda in maniera così positiva. Abbiamo voluto mettere bene in evidenza anche nel video gli elementi della nostra tradizione per omaggiarla al meglio. La nostra terra è sempre stata di grande ispirazione per la nostra musica». E Sanremo? Al Festival 2019 avete portato il brano “Per un milione”. Ci tornereste? «Per noi è stata un’esperienza travolgente in tutti i sensi e siamo felici di come sia andata. Pensate che “Per un milione” è ancora uno dei brani più trasmessi dalle radio, uno dei più longevi di quest’ultima edizione. È triplo disco di platino e ha fatto numeri che non ci aspettavamo. Tornarci? Mai dire mai nella vita. Ma per ora pensiamo al tour che finirà a settembre». Arrivederci in Arena! •

GBR.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1