08 aprile 2020

Spettacoli

Chiudi

22.02.2020

Alex Fusaro da Amadeus Il profe tra i «Soliti ignoti»

Alex Fusaro ha partecipato a «I Soliti Ignoti» su Rai 1
Alex Fusaro ha partecipato a «I Soliti Ignoti» su Rai 1

Il veronese Alex Fusaro (Alessandro Augusto Fusaro), 31 anni, ha partecipato a «Soliti Ignoti-Il ritorno» – il programma televisivo a premi trasmesso su RaiUno e condotto da Amadeus – in qualità di “ignoto”, con l’identità: “Insegna musica alle superiori”. Fusaro è docente di musica all’istituto professionale Giuseppe Medici di Legnago. È stato chiamato dalla Rai perché è il professore di musica più giovane d’Italia. La puntata che lo ha visto protagonista come uno degli otto ignoti – il cui mestiere deve essere indovinato dal concorrente – è stata registrata nei giorni scorsi ed è andata in onda mercoledì sera. Fusaro era l’ignoto numero 3. Il concorrente di turno, Matteo, un imprenditore di Montegrosso d’Asti, ha abbinato correttamente Fusaro alla sua professione, aiutato dalla giacca indossata dal prof veronese: «Il fatto che abbia questa giacca ricorda una persona abituata, magari, a suonare dal vivo», ha dedotto il concorrente prima di confermare la scelta vincente. Alex Fusaro è pure un apprezzato compositore e cantautore. Non è la prima volta che sale alla ribalta sugli schermi di RaiUno: nel 2018 era apparso nella rete ammiraglia della tv di Stato come coautore della canzone «La banda della pastasciutta» in gara allo Zecchino d’Oro. Anche il 2019 è stato per lui un anno ricco di soddisfazioni: a maggio l’uscita del singolo «Maturità», divenuto in breve la colonna sonora degli esami di maturità (105mila visualizzazioni su YouTube) e a novembre la presentazione in Senato della canzone «Dipende da noi», brano sulla difesa dell’ambiente. Musicista poliedrico, già conosciuto col nome d’arte “Fuxs”, ha debuttato nella discografia nel 2014 con il singolo «Mai le idee chiare». Ha poi composto altre canzoni come «Vale46» (dedicata a Valentino Rossi), «Pasqua 1916» (pop ballad a tema storico) e gli album «Lux Musicae» e «Amigdala). Ha scritto la colonna sonora di alcune scene del film indipendente «Derico». Un anno fa, inoltre, ha pubblicato il suo primo libro intitolato «Il solfeggio Pop» (ed. Sinfonica). •

Marco Scipolo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie