16 luglio 2019

Spettacoli

Chiudi

15.10.2018

«Morte a Venezia» diventa la conoscenza virtuale delle app

Una scena di «Death in/of Venice 2.0 Act1_Tazio Sexting»
Una scena di «Death in/of Venice 2.0 Act1_Tazio Sexting»

Nell’ambito di Theatre Art Verona 2018 (rassegna che vede l'arte contemporanea uscire dalla fiera ed entrare nel tessuto della città “incontrando” il teatro e la danza), oggi va in scena nel Piccolo Teatro di Giulietta - Foyer del Teatro Nuovo lo spettacolo Death in/of Venice 2.0 Act1_Tazio Sexting di Mattia Berto e Arianna Novaga. Tre le rappresentazioni: alle 19, alle 20.30 e alle 21.30. «L’attualità del testo di Mann – spiega il regista Mattia Berto – che descrive una città colpita da un’epidemia di colera mentre la quotidianità dei protagonisti scorre inesorabile, è quanto mai riconducibile alla Venezia di oggi, contaminata da una forma di ‘pestilenza’ sotto gli occhi di tutti. L’immaterialità dell’incontro narrata da Mann diventa per noi conoscenza virtuale, fittizia, che oggi passa attraverso le App di incontri, dove sempre più di frequente si fa Sexting». Sulla scena il giovane attore Gianluca Bozzale veste i panni di un Tazio contemporaneo, diciottenne spregiudicato che attraverso le App per gli incontri flirta, usando parole e fotografie, con il suo corteggiatore Von Aschenbach. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1