08 luglio 2020

Spettacoli

Chiudi

31.05.2020

Il tennista sentimentale di Valerio in scena il giorno della ripartenza

Una scena del «Romeo e Giulietta itinerante» dello scorso anno
Una scena del «Romeo e Giulietta itinerante» dello scorso anno

In attesa della riapertura ufficiale, fissata per tutti i teatri d’Italia il 15 giugno (ma quanti, effettivamente, potranno ripartire per quella data che segna comunque, simbolicamente, un passaggio fondamentale per il mondo dello spettacolo?), il teatro Nuovo di Verona già in questi giorni è vivo e respira quell’aria elettrizzante che caratterizza la stagione delle prove, il momento creativo in cui uno spettacolo prende forma, uscendo dalla bidimensionalità della scrittura per incarnarsi nella fisicità della messinscena. Perchè «Il muro trasparente. Delirio di un tennista sentimentale», il nuovo lavoro del direttore del teatro Stabile di Verona Paolo Valerio realizzato insieme a Marco Ongaro e Monica Codena con scena di Antonio Panzuto, vuole essere pronto proprio per quella data simbolica: il 15 giugno. «Sarà una anteprima, una sorta di messinscena zero per uno spettacolo al quale rifletto da molto tempo e che porta in sè almeno una fondamentale metafora di questa difficile stagione che abbiamo attraversato, anche se il progetto nasce molto prima: forse con un’intuizione profetica», spiega Valerio. Che proprio lunedì 15 giugno (tra l’altro, lunedì tradizionalmente giorno di stop per i teatri) presenterà ad un pubblico ristretto il suo «Muro trasparente», per riproporlo poi per una decina di date che potranno ospitare una settantina di spettatori. Al centro della scena, un muro di plexiglass (materiale diventato simbolo della «difesa» dal contagio) contro il quale si gioca la grande sfida di Max (il protagonista, interpretato da Valerio) che per un’ora, tra musica, colpi di racchetta e affabulazione, si misura con la passione del tennis e la passione amorosa. Gioca, pensa, racconta, si dibatte. Momenti di silenzio si alternano a urli di sfida, quasi disperati, di un uomo alle prese con gerarchie di sentimenti che si travasano l’uno nell’altro. Chi è l’avversario? Cos’è l’amore? Chi vince cosa? Gli spettatori ascolteranno questa sfida in cuffia, per poter meglio percepire l’alternarsi della voce, delle musiche, della pallina che scandisce il ritmo della messinscena. Ma i progetti del Teatro Stabile di Verona non si arrestano qui e per l’estate in arrivo Paolo Valerio annuncia anche altre proposte che, in un’ottica di contributo alla città e di condivisione e collaborazione artistica con il Comune, potranno essere realizzate nell’ambito della «ripartenza teatrale» di Verona. Rispetto alla quale interviene anche l’assessore alla Cultura Francesca Briani: «L’estate di Verona non sarà silenziosa: la forza della città sta proprio in questa sua grande varietà di proposte e nella sfida che chi qui fa teatro è pronto ad ingaggiare». «Due sono i progetti per i prossimi mesi», spiega Valerio. «Tornerà, con le modalità consentite dall’emergenza sanitaria, il Romeo e Giulietta itinerante che da tanti anni incanta veronesi e turisti. E nella seconda metà di luglio ripartirà lo spettacolo Silent Dante, lo spettacolo itinerante che vede gli spettatori guidati da un attore-narratore, o meglio un Virgilio – Narratore, che li conduce a scoprire diversi momenti della vita di Dante e delle sue opere e insieme a scoprire angoli della città». In particolare per il Romeo e Giulietta itinerante Valerio spiega di avere in programma una serie di casting on line aperti ad attori anche non professionisti di età compresa tra 18 e 28 anni che saranno giudicati da una commissione artistica ma anche da un voto popolare: una sorta di talent insomma per il nuovo allestimento dello spettacolo. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alessandra Galetto
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie