23 settembre 2019

Spettacoli

Chiudi

05.09.2019 Tags: Chiara Ferragni , Fedez

Presentato a Venezia il documentario sulla Ferragni. E c'è chi vorrebbe censurarlo

VENEZIA Determinata, quel che si dice una “macchina da guerra“, Chiara Ferragni va dritta per la sua strada, all’apparenza senza cedimenti: mostrare i suoi traguardi imprenditoriali, il suo essersi fatta da sola nel mondo della moda, manovrare con incredibile bravura la materia sconosciuta delle nuove tecnologie digitali assottigliando i confini tra la vita on line e off line. 32 anni, 17 milioni di follower, prima influencer al mondo secondo le classifiche di Forbes, un “caso“ studiato alla business University di Harvard, si è regalata un documentario sulla sua vita, decisamente autocelebrativo, «Chiara Ferragni Unposted» diretto da Elisa Amoruso, che dopo la première di ieri a Venezia 76 nella sezione Sconfini, sarà un evento in sala il 17-18-19 settembre con «centinaia di copie data la enorme richiesta dagli esercenti», ha detto l’ad di Rai Cinema Paolo Del Brocco, mentre il Codacons vorrebbe di fatto censurarlo chiedendo alle sale di non programmarlo («Ferragni non sembra essere un virtuoso modello educativo»).

 

 

Il documentario mostra l’ascesa della Ferragni, cresciuta con naturalezza a favore di telecamera grazie alla passione della madre per i filmini amatoriali con cui documentava vacanze familiari e imprese della figlia, la sua spontaneità nella condivisione della sua vita con i follower, le prove per il matrimonio con Fedez, la sua vita privata raccontata nei dettagli (inclusi i fatti più intimi, i problemi della gravidanza) anche ora che ha un figlio, Leone, mostrato pure lui senza filtri.

«Raccontare ad altri me stessa all’inizio mi ha spaventato: non ero abituata a non avere il controllo, visto che da quando ho 16 anni che posto le mie cose, prima sul blog ora su Instagram. Poi mi sono trovata in sintonia con Elisa Amoruso, è riuscita a farmi scoprire parti di me che non conoscevo».

 

 

 

Ieri Fedez e Ferragni, con sorella e madre, hanno fatto il pieno di scatti sul tappeto rosso della Mostra del Cinema di Venezia. •

 

Correlati

Articoli da leggere

Puoi leggere anche

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1