18 agosto 2019

Spettacoli

Chiudi

21.07.2019

In «Men in black International» il potere è in mano alle donne

Woody Harrelson, il divo di Hollywood, è arrivato al Giffoni Festival
Woody Harrelson, il divo di Hollywood, è arrivato al Giffoni Festival

«Benvenuta nei Men in black». «Men?». «Lascia stare. Non sai quanto ci ho provato. Sono troppo attaccati al quel nome». È forse in tutto in questo fulmineo scambio di battute e nel sopracciglio alzato di Emma Thompson alla giovane nuova star Tessa Thompson (l’omonimia è casuale), il futuro della saga degli acchiappa-alieni sulla Terra, in anteprima al Giffoni Film Festival con il suo nuovo quarto capitolo, Men in black International, che arriverà in sala il 25 luglio distribuito da Warner Bros. Entertainment Italia. Alla base, sempre il fumetto Malibu Comics di Lowell Cunningham, ma questa volta la sceneggiatura di Art Marcum e Matt Holloway (la coppia di Iron Man) con la regia di Felix Gary Gray (Fast & Furious 8, Friday e Straight Outta Compton), segue il tempo del cambiamento e apre tutto al women power, il potere e la consapevolezza femminili. E all’Europa. Ormai salutato Will Smith, primo, indimenticabile Man in black, questa volta protagonista è la giovane eroina di Thor, che per l’occasione ritrova sullo schermo Chris Hemsworth. Per lei i panni di Molly, (ex) bimba che per un caso fortuito ha visto in azione i Men in black senza che le venisse cancellata la memoria. Cresciuta, ha un solo scopo: trovare l’organizzazione e farsi assumere, piena di perchè sull’universo («Pensi che indossare quest’abito ti offra tutte le risposte?», le chiede provocatoriamente l’agente veterana Emma Thompson. «No, ma indosso sta molto bene», risponde ironica lei). Per la prima volta, cuore della vicenda diventa l’Europa, tra Parigi e Londra. Molly, in prova come agente M, con scaltrezza si procura un ruolo accanto al bello quanto arrogante agente H, celebre per aver salvato il mondo grazie alle sue doti e al suo deatomizzatore. I due devono intrattenere un alieno, Vungus il Brutto, durante la sua permanenza sulla Terra. Ma in un elegante nightclub, Vungus viene assassinato ed H ed M scoprono che stava nascondendo un’arma capace di distruggere intere galassie, bramata dai The Hive, pericolosa razza aliena. Tra corse in motoscafo, lussuose ville rinascimentali sulle isolette della costiera amalfitana e rocambolesche fughe nelle Medine del Marocco, nulla è davvero come sembra. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1