22 novembre 2019

Spettacoli

Chiudi

19.10.2019

«Viaggio senza vento». 26 anni dopo Pedrini riporta sul palco l'album «culto» dei Timoria

«Ripropongo tutto il disco “Viaggio senza vento”: raccontava la storia di Joe, che era il mio alter-ego, un ragazzo con problemi ovviamente di droga che finisce in carcere. Poi però reagisce, fugge dal carcere, va in Oriente dove trova l’amore, la spiritualità che gli mancava e quindi torna in Italia sotto forma di guerriero; è un po’ la trasformazione di un ragazzo perdente che rinasce guerriero dopo un viaggio, un lavoro su se stesso».

 

Nel video Pedrini tra Timoria e Neil Young a Fiamene

 

Omar Pedrini presenta così “Viaggio senza vento”, l’album dei Timoria, uscito oltre un quarto di secolo fa, un’opera che ha costruito le fondamenta del rock italiano anni ’90. A 26 anni di distanza il cantautore bresciano, lo «Zio Rock», come lo chiamano i fan, ha deciso di riproporre quel disco con un tour che stasera alle 20.30 arriva in provincia, all’Area Exp di Cerea; in apertura, la rock band rodigina Grace N Kaos.

«Timoria –Viaggio senza vento» ripercorre tutti i brani di quell’album pubblicato nell’ottobre del 1993, con una formazione che schierava, oltre a Omar (alle chitarre e alla voce nel brano “Verso Oriente”) anche Francesco Renga alla voce, Illorca Pellegrini al basso, Enrico Ghedi alle tastiere e Diego Galeri alla batteria. «Quel nostro Viaggio…», spiega Pedrini, «è un concept album che racconta una storia unica. Non è fatto da 21 canzoni singole, ma come un’opera lirica. I testi parlano della stessa persona dalla prima canzone alla ventunesima, un po’ come se fosse un film o un’opera teatrale». In scaletta, brani entrati nella storia del rock italiano come “Sangue impazzito”, “Senza vento”, “Piove”, “Il guerriero” e “Freedom” (forse la miglior prova vocale di sempre per Renga). Ma in scaletta c’è anche l’inedito “Angel”, scritto da Pedrini negli anni di composizione di “Viaggio senza vento” e inedito fino allo scorso autunno, quando è uscita la versione «aumentata» del disco. In occasione del 25° anniversario, infatti, la major Universal Music ha ripubblicato il disco in edizione rimasterizzata con brani inediti e versioni demo, in diversi formati: doppio cd, vinile e box deluxe.

«Quel lavoro meritava un tour come questo», ha confessato Pedrini, «e lo meritano i fan dello zoccolo duro, le nuove generazioni, gli amici di Omar, quelli che ‘Rivolevamo i Timoria’, quelli che mi hanno scoperto da solista e non hanno mai conosciuto i Timoria. Il guerriero è vivo ed è tornato. Lo farò solo per alcuni mesi (e quello a Cerea potrebbe essere tra gli ultimi appuntamenti, ndr). Ma è il momento di fare i conti con quel passato!».

Giulio Brusati
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1