05 agosto 2020

Spettacoli

Chiudi

13.07.2020

Uno strano Re Lear visto con gli occhi dei ragazzi di ALiVe

Dal 13 al 21 luglio il chiostro di Sant’Eufemia torna ad animarsi con il teatro di InChiostro Vivo, rassegna organizzata da A.Li.Ve., Accademia Lirica Verona, in collaborazione con il Comune di Verona e con il sostegno dell’Assessorato alle Politiche Giovanili. Protagonisti, i ragazzi della Scuola di Teatro diretta dalle docenti Silvia Masotti e Camilla Zorzi, in scena con tre produzioni accomunate dal filo rosso dell’Eredità. L’eredità che viene dalla storia, dalla cultura, dalla famiglia. Su quest’ultima si incentra lo spettacolo di apertura, «Lear. Mio Re, Padre Mio» (stasera alle 21, con replica domani), frutto di uno studio sul Re Lear del Bardo, in cui i giovani interpreti si confrontano con personaggi per età ed esperienza molto distanti da loro. E per questo utili a farli calare nei ruoli degli adulti, e riflettere sull’ “eredità” da essi ricevuta.

 

Prima che recitazione, « il teatro è uno spazio di relazione e di cura, di formazione personale e artistica, tanto più in questo momento storico» sostengono le insegnanti. Quest'anno «abbiamo dunque cercato di far lavorare gli allievi sul concetto di “eredità”, sia come occasione di confronto tra generazioni, che come recupero dei testi classici tramandatici dal grande teatro occidentale». L’allestimento del 17 e 18 luglio, «Mercante 2.0 - Personaggi di Shakespeare ai giorni nostri», è invece un esercizio di drammaturgia realizzato con i ragazzi un po’ più grandi, finalizzato ad adattare il testo alle nuove normative di sicurezza e di distanziamento sociale. I personaggi shakespeariani trovano infatti voce in monologhi appositamente riscritti in chiave contemporanea.

 

A chiudere la rassegna, il 20 e 21 luglio, sarà «Macerie. Variazioni sul mito», tratto da Le Troiane ed Ecuba di Euripide. Anche in tal caso, «ambientazione, costumi e musiche, rimandano non tanto un’antichità scolpita nel passato, bensì a un tempo più attuale», dicono le registe Masotti e Zorzi. Per partecipare è necessaria la prenotazione all’indirizzo segreteria@alivemusica.it. •

Francesca Saglimbeni
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie