07 dicembre 2019

Spettacoli

Chiudi

15.11.2019

Neapolis Mantra, «incontro di anime e di cuori» con tre stelle assolute

Un incontro di anime e di cuori, un incontro particolare: «una coreografia sulle canzoni, sulla voce di un artista; una alchimia che non si può spiegare».

Lo spettacolo Neapolis Mantra – che stasera vemerdì 15 novembre alle 20.30 al Teatro Ristori apre la sezione della danza della stagione 2019-2020 – è una prima italiana assoluta che mette insieme tre talenti: il cantautore Enzo Gragnaniello, l’étoile Emanuela Bianchini e il regista e coreografo italo-africano Mvula Sungani con la sua «physical dance».

Oggi pomeriggio, tra una prova e l’altra, Gragnaniello, Bianchini e Sungani ci hanno spiegato la genesi di “Neapolis mantra”, uno spettacolo di interazione e compenetrazione totale fra danza, parole e musica suonata dal vivo da Enzo e la sua band.

Giulio Brusati
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1