20 novembre 2019

Spettacoli

Chiudi

09.06.2019 Tags: Marco Ongaro , Leonard Cohen , Festival della Bellezza

Marco Ongaro, omaggio a Leonard Cohen

Marco Ongaro
Marco Ongaro

Restituire la poesia di Leonard Cohen, riannodare l’intreccio eros e religione nelle canzoni del grande autore canadese, riproponendo il sacro gioco dell’amore. Si è scelto un compito di profondo fascino Marco Ongaro, con la sua band al Giardino Giusti per il Festival della Bellezza, oggi pomeriggio alle 18.30.

«Sarà un concerto», spiega il cantautore, «con una parte di dissertazione sulle tematiche di Cohen: intreccio tra amore e religione; amore come eros e spiritualità biblica, quasi carnale. Di cultura ebraica, come Bob Dylan, ha sempre preso spunto, quando parlava d’amore, dalle Sacre Scritture È l’intreccio fra religione e amore a rendere interessanti, oltre alla musica, le sue canzoni. C’è questa ansia di spiritualità vissuta attraverso la carnalità e viceversa».

Ongaro canterà brani che ha tradotto di suo pugno. «Sì, e molti li ho incisi nei miei dischi, mentre Cohen era ancora vivo. Questo per dire che non è un tributo postumo». Ma tradurre è tradire, anche nel caso di Cohen? «L’etimologia della parola è la stessa: portare da una parte all’altra. Il tradimento è l’adattamento. Se traduci poesia, è giusto stare attenti al significato, poiché non si potrà mai replicare la lingua originale. Sciocco tentare di restituirne il suono; ma oculato restituirne il senso. Il traduttore compenetra il testo, ma non per tradirlo, bensì per restituirne il significato».

Ma quanto c’è, in percentuale, di Ongaro in questo Cohen in italiano? «La prima percentuale è nella scelta delle canzoni. Se io traduco “Non portartelo a casa se è duro”, è una scelta forte, come per “Hallelujah”. Nel tentare di restituire il significato e il “gioco” dei testi, questa seconda percentuale è il 20 per cento. Il fine è scrivere una canzone italiana che dica quel che ha detto Cohen». 

GBR

Puoi leggere anche

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1