19 novembre 2019

Spettacoli

Chiudi

20.10.2019

La pittura di Frigo al polo Confortini

È considerato uno dei più significativi pittori figurativi veneti. La sua pittura è "intima, sensibile, conquistata all'interno di un'esperienza artistica che dura da una vita, e si dilata in ampie superfici decantate con infinita precisione e attenta minuzia".

Le parole della critica d'arte Marifulvia Matteazzi Alberti, presentano il segno del veronese Ugo Frigo, che fino al 27 ottobre, nella sala mostre del polo chirurgico Confortini esporrà le sue "Testimonianze d' Arte". Opere nate da una profonda indagine interiore, capaci di trasmettere intensità emotiva "per l'elegante compostezza degli elementi autentici del quadro e la predilezione del paesaggio, che gli consente di porre l'attenzione sulla Natura, rappresentata sempre genuina e lussureggiante". Dai celebri scorci scaligeri alle istantanee sulla Laguna, ogni immagine è poeticamente filtrata da quel cromatismo tipicamente veneto, che in lui, scrive ancora la curatrice Alberti, si fa "puro e acceso".

Francesca Saglimbeni
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1