29 settembre 2020

Spettacoli

Chiudi

14.08.2020

In Arena c'è il Rossini Gala

L'Arena pronta per il Rossini Gala
L'Arena pronta per il Rossini Gala

Questa sera alle 21.30 grande appuntamento in Arena con il Rossini Gala.

Al grande organico dell’Orchestra dell’ Arena e si aggiunge il numeroso Coro preparato da Vito Lombardi in un programma originale interamente dedicato alla musica di Gioachino Rossini, che mescola sorrisi, scherzi e spettacolo colossal. Il geniale compositore di Pesaro (1792-1868) è noto al pubblico veronese principalmente per Il Barbiere di Siviglia, capolavoro dell’opera buffa, di cui sono proposte le arie principali e il finale del primo atto, spassoso e movimentato. Dello stesso genere è La Cenerentola, altra opera-simbolo del Pesarese, favola godibilissima e frizzante finora mai rappresentata all’Arena di Verona.

 

La serata offre spazio anche al Rossini più serio e monumentale, la musica che gli valse il prestigioso invito e quindi la consacrazione all’Opéra di Parigi: le sinfonie di apertura e le arie più celebri di Semiramide (1823) e Guglielmo Tell (1829). Il cast del Gala unisce sapientemente giovani talentuosi al loro debutto areniano, come il tenore Levy Sekgapane e il mezzosoprano Marina Viotti, ad artisti già affermati come i baritoni Mario Cassi e Alessandro Corbelli, il basso Roberto Tagliavini e la stella del belcanto Lisette Oropesa, reduce da veri e propri trionfi personali come protagonista de La Traviata al Metropolitan di New York e al Real di Madrid. Sul podio torna Jader Bignamini, direttore già più volte acclamato a Verona.

 

Per la conclusione, Coro Orchestra e solisti eseguono il maestoso finale di Guglielmo Tell, familiare al grande pubblico per essere stato sigla d’apertura delle trasmissioni Rai per trent’anni, ma soprattutto crescendo imponente ed emozionante che raffigura il sorgere del sole dopo la tempesta, metafora luminosa e universale di libertà, speranza e ripartenza.

«Per Rossini non è una prima volta in Arena ma quasi: a parte il famosissimo Barbiere, in questa serata offriamo delle autentiche chicche», spiega il sovrintendente Cecilia Gasdia. «Personalmente devo molto della mia storia a Rossini, compositore in cui c’è tutto il genio italiano: nelle opere buffe sprigiona brio e leggerezza universali mentre nelle opere serie unisce la migliore tradizione del Belcanto e le anticipazioni dei grandi melodrammi romantici e verdiani. Sottolineeremo queste emozioni con luci , effetti originali e una conclusione pirotecnica, grazie al nostro light designer Paolo Mazzon e a grandiosi fuochi d’artificio: nella migliore tradizione dell’ Arena, sarà uno spettacolo per le orecchie ma anche per gli occhi».

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie