20 aprile 2019

Spettacoli

Chiudi

18.03.2019

Endrigo, il
cantautore
dell’antimilitarismo

Sergio Endrigo
Sergio Endrigo

La quarta puntata della rassegna "Coltivo una rosa bianca", eccezionalmente in programma al teatro Modus (in Piazza Orti di Spagna) oggi alle 21 (ingresso libero), è probabilmente la più emblematica: si parlerà di un cantautore di straordinario valore (dal punto di vista dei testi così come della qualità musicale di tantissime sue canzoni, siamo davvero ai vertici assoluti), Sergio Endrigo, che - come spiega l'ideatore e curatore della rassegna, Enrico de Angelis, è stato dall'inizio sino all'ultimo coerente con la sua fede antimilitarista, pacifista, antiviolenta. Un po' sorprendente considerando certa sua apparenza dimessa, malinconica, triste (peraltro smentita ampiamente da tutti coloro che lo conobbero realmente anche nella quotidianità fuori dai palcoscenici), Endrigo fu dichiatamente comunista, coraggioso nelle sue scelte e prese di posizione che a lungo andare non gli favorirono la carriera soprattutto in ambito televisivo, pur avendo vinto un Festival di Sanremo e avuto tanti successi anche a livello internazionale. "Coltivo una rosa bianca", titolo della rassegna, prende nome propri da una canzone che Endrigo, su segnalazione di Luis Bacalov, tradusse dall'originale del poeta patriota cubano Josè Martì; Endrigo la cantò dal vivo proprio a Cuba, nel 1964, in un concerto cui prese parte 'Che ' Guevara. Altro significativo momento nel percorso di Endrigo fu quando nel '68 a "Canzonissima", dopo che nello stesso anno aveva trionfato a Sanremo, presentò un pezzo molto bello ma 'forte' anche politicante e certo non nazional-popolare come "Camminando e cantando": un invito a non accontentarsi della speranza senza passare all'azione. Stasera parteciperà Ilaria Peretti, qui in veste di lettrice di testi. • B.M.

B.M.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1