23 settembre 2019

Spettacoli

Chiudi

07.09.2019

Concerto di pianoforte nelle cave di Prun

Sabato 7 settembre a Prun, nella cava Modena in località Vallecchia, concerto di pianoforte “Ricordi tra cielo e terra” a ingresso libero organizzato dall’associazione La Malga con il patrocinio del Comune di Negrar di Valpolicella e il sostegno della pro loco Emilio Salgari. Alle 16.30 al piano si esibiranno “Andrea Speri & Friends”. Al termine del concerto ci sarà un aperitivo a offerta libera il cui ricavato sarà destinato all’associazione Agbd (Associazione sindrome di Down onlus) di Verona. Cava Modena è raggiungibile a piedi, consigliabile il parcheggio in via Piazzo.

L’evento è dedicato alla memoria di Angiolina Boldo, che fece di Prun il centro della sua vita e della sua carriera politica locale. Scomparsa quattro anni fa, Boldo si è battuta in modo particolare per la protezione e valorizzazione delle cave in galleria e la promozione delle risorse naturalistico ambientali dei dintorni di Prun. Fu tra i fondatori de La Malga, che non la dimentica e le dedica ogni anno un evento musicale tra le gallerie di pietra. L’anno scorso fu l’arpa a suscitare emozioni e incantare per le suggestioni prodotte in un ambiente di rara bellezza colmo di significati. La pietra di Prun, infatti, è stata per secoli ed è ancora, in parte, una delle principali fonti di lavoro e sussistenza per questo e altri piccoli paesi della zona. Le cave in galleria, che si sviluppano per circa due chilometri nelle viscere del monte Robiago, sono state interamente scavate a mano dai cavatori locali. Non più sfruttate dagli anni Cinquanta, sono state utilizzate in svariati modi, da deposito materiali a fungaie. Da molti anni, però, anche grazie all’opera di sensibilizzazione della Boldo insieme a La Malga, si parla di una loro valorizzazione dal punto di vista turistico culturale. Attualmente l’associazione, il Comune e la famiglia Modena stanno collaborando per il progetto “La via della pietra”, volto alla messa in sicurezza definitiva e alla creazione di un percorso per turisti, studenti e studiosi proprio dove sabato si terrà il concerto. L’obiettivo è far diventare le cave di Prun un punto di attrazione nell’ambito delle ricchezze geologiche, storiche, naturalistiche e archeologiche già affermate nel territorio, come il Parco di Molina, la Grotta di Fumane e il Ponte di Veja.

Camilla Madinelli
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1