29 febbraio 2020

Spettacoli

Chiudi

27.01.2020

Cinema giovane a km 0
Il progetto Ri-Ciak
alla Fucina Machiavelli

Verona: interni della Fucina culturale Machiavelli
Verona: interni della Fucina culturale Machiavelli

Non è, ancora, un luogo fisico ma è già protagonista di un’idea di cinema “giovane e a km 0” e di cultura aperta alla città. Ri – Ciak, in collaborazione con Fucina Culturale Machiavelli che mette a disposizione i propri spazi, ha dato vita alla sua prima rassegna cinematografica. E questa sera va in scena il secondo appuntamento con “Cinema del Reale”, selezione di pellicole che punta a dare visibilità a documentari di registi under 35 provenienti da Veneto e Trentino. Alle 21, in via Madonna del Terraglio 10 (teatro ex Centro Mazziamo), tocca quindi a Vergot di Cecilia Bozza Wolf, che sarà ospite in sala. In sintesi, il film parta di due fratelli, un padre soprannominato “Il lupo”, una madre invisibile. Una famiglia di agricoltori di una valle alpina dove la gentilezza è segno di debolezza e i modi sono ruvidi. E dove il figlio più giovane, Gim, sta scoprendo la sua omosessualità, non accettata dal padre. «Questa prima rassegna è un modo per iniziare a far vivere la nostra idea di cinema anche prima di aver sistemato il “luogo fisico” Ciak», spiegano i referenti di Progetto Ri-Ciak, un gruppo di cittadine e cittadini che ha come comune obiettivo quello di riaprire il cinema di Veronetta, chiuso ormai da un decennio. La rassegna prosegue il 25 febbraio con “Lupele” e il 17 marzo con “Che cos’hai per la testa”. I.N.

I.N.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Qual è secondo voi la Grande opera più urgente per la città e che vorreste vedere realizzata per prima?
ok

Necrologie