23 febbraio 2020

Spettacoli

Chiudi

12.01.2020

Arte e Natura, Mengali espone per WWF: l'ultimo giorno in Gran Guardia

Arte e natura, la performance dell’artista Veronica Mengali accanto al WWF. L’esposizione delle sue opere nel Palazzo della Gran Guardia nell’ambito della mostra di pittura e scultura che ha come tema il viaggio. La biennale è organizzata dall’associazione culturale «La Macia de Color» con oltre 150 opere in piccole personali di 22 artisti. Il percorso artistico che gode del patrocinio del Comune è stato inaugurato dallo storico dell’arte Philippe Daverio lo scorso 4 gennaio e si conclude oggi (dalle 10 alle 15).

 

Veronica, classe ‘77, finalista al concorso nazionale di arte contemporanea Premio Marchionni nel 2017 e al concorso nazionale Premio Start 2018, lega i suoi quadri al rischio di estinzione che corrono molte specie animali. Un tema più che mai attuale e caro al WWF che ha accolto l’invito dell’artista coniugando l’informazione e la sensibilizzazione con l’espressione artistica.

 

Ieri pomeriggio (sabato 11 gennaio 2020), Veronica con una sua performance ha interrogato il pubblico presente: l’estinzione è per sempre, un rischio che non dobbiamo correre. Il ticchettio sempre più incalzante ha accompagnato la distruzione delle opere. La vernice rossa che le imbrattava dopo il calo del telo che le copriva segna per sempre la fine di una specie. I titoli che di volta in volta venivano scritti appuntano la sofferenza del regno animale. Segni forti con l’intento di sensibilizzare il maggior numero di persone.

 

«Tutti i soggetti che ho scelto sono animali a rischio di estinzione», commenta l’artista. «Creare queste tele non è stato semplice: ho vissuto tutte le sensazioni in modo amplificato. Sulla tela vivo tutto quanto voglio raccontare». «Il tema dell’estinzione riguarda anche il nostro territorio», dice Michele Dall’O’, presidente del WWF Verona. «Molta biodiversità si perde con il prosciugamento delle zone umide in pianura e con l’espansione dei vigneti in collina. Negli ultimi decenni un’estinzione clamorosa riguarda la lontra, che era presente nei nostri corsi d’acqua. Altre specie, come farfalle e coleotteri, sono scomparse nei Lessini. Sono perdite genetiche impossibili da recuperare». «L’incontro con l’arte», aggiunge Debora Marcucci del gruppo giovani del WWF Verona, «significa saper coniugare diversi modi espressivi per trasmettere significati e messaggi riguardo alle tematiche ambientali che a noi tutti stanno a cuore».

 

Marco Cerpelloni
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Qual è secondo voi la Grande opera più urgente per la città e che vorreste vedere realizzata per prima?
ok

Necrologie