22 maggio 2019

Blog

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Editoriale

14.05.2019

Bene i selfie
ma ora i fatti

La sintonia di Salvini con una grande fetta dell'elettorato del Nord ha avuto una riprova ieri nel Veronese. Sorrisi, applausi, selfie e pacche sulle spalle: scene ormai frequenti quando arriva il leader leghista. Ma il vicepresidente del Consiglio farebbe un errore se misurasse la cifra del consenso, quello stabile e duraturo, con il solo termometro degli applausi. Certo, arringare le folle porta voti. Ma soprattutto bisogna mantenere le promesse. Inutile ripercorrere per l'ennesima volta la genesi del governo gialloverde. Sta di fatto che molti dei punti centrali del programma elettorale leghista restano ancora sulla carta. Anzi, rischiano di fare il passo del gambero. La questione più incredibile è quella dell'autonomia: dopo referendum, promesse, ultimatum e rassicurazioni dello stesso Salvini, proprio ieri Di Maio per la prima volta ha detto bellamente che il M5S non voterà mai per l'autonomia regionale. Complimenti. E poi c'è la Tav: un territorio come il nostro (fatto di piccole e medie imprese, manager e giovani ad alta scolarità) attende lo sviluppo delle infrastrutture come quel toccasana necessario per competere, crescere, creare opportunità e lavoro. Invece l'Alta velocità è sul binario morto. Per decisione di Toninelli.Infine- ma non ultimo- il grande tema delle tasse. Una forza politica che promette di abbassare le imposte non può trovarsi a parlare con l'alleato grillino di aumento dell'Iva con pure lo spettro di una patrimoniale.Sino ad ora il tema dei migranti e le iniziative contro la criminalità hanno permesso di gettare un velo su tutto il resto. E bisogna sottolineare che in questo caso il leader leghista ha fatto ciò che gli elettori si aspettavano. Ma i nodi economici vengono al pettine, e sono dolori. Il vicepresidente del Consiglio ha promesso per l'ennesima volta che autonomia e Tav arriveranno. Come pure ha ribadito che in caso di vittoria alle europee avremo Bruxelles più vicina alla gente. Ne prendiamo atto.Ma intanto a Roma si litiga su tutto. Lega e M5S più che alleati sembrano nemici e ormai in molti danno al governo i giorni contati.Salvini oggi prosegue il tour elettorale nei territori a lui cari. Ebbene, non si faccia distrarre dalla folla orante. La maggioranza della gente non corre nelle piazze a fare la «moina» al potente di turno, ma fa sacrifici e lavora onestamente per la propria famiglia e per far crescere questo Paese. Sono tanti e oggi chiedono una cosa: meno parole, più fatti.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1
Articoli
Voto e giustizia,
duello nel governo
Se la corsa al voto
accende lo spread
Lite verso il voto
E i conti ballano
Bene i selfie
ma ora i fatti
Cina e America
il duello globale
Allarme lavoro
l'Italia si spacca
Se i migranti
non aiutano Salvini
Separati in casa
I guai del governo
Politica e giustizia
l'eterno duello
La città raccolga
le sfide della Fiera
Salvini e Di Maio
duello senza fine
Debito pubblico
Italia nella spirale
I nuvoloni neri
del nostro debito
Nella morsa della paura
Se l'Italia abolisce
la nota sul registro
La sfida di Guaidò
Caos in Venezuela
Intese con la Cina
Rebus sull'Italia
Voto in Spagna
l'Europa a lezione
Province addìo?
A volte ritornano
Quando la difesa
diventa legittima
Quale Europa,
al voto nel silenzio
Liberazione sì,
ma dai disonesti
Se c'è il divorzio
per «infelicità»
L'ombra che pesa
sul nostro futuro
Gli alleati
azzoppati
La potenza
dei sondaggi
Troppe vacanze
non fanno bene
Iva, non c'è due
senza Tria
Caos in Libia
allerta terrorismo
La reputazione
dell'Italia
Se la scuola
diventa un incubo
Il caos in Libia
allarma l'Italia
Dove conduce
la Via della Seta
Il libro dei sogni
e la dura realtà
La tassa piatta
e il voto di maggio
Tagliare le tasse
serve un piano
Tante parole,
ma poi i fatti?
Decreto banche
sfida sui rimborsi
La lezione
di Chicago
In Parlamento
vincono le donne
Governo diviso
e l'Italia in stallo
Tra fisco rapace
e maxi debito
I figli si fanno
quando c'è lavoro
Segnale forte
ai criminali
Salvini e la virata
sul bimbo-eroe
Voto in Basilicata,
i conti nel governo
Asse con la Cina
i rebus per l'Italia
Gli anti-Europa
guardino Londra
Quei pericoli
sulla Via della seta
Toninelli
e la Via della seta
L'Ong sfida Salvini
e gli fa un regalo
Ucciso un italiano
L'Isis non è finito
Alla ricerca
della crescita
Follia gilet gialli
Parigi brucia
Se la vendetta web
arriva in Camera
L'economia Usa,
il fortino di Trump
No all'accordo Ue
Caos sulla Brexit
Se il governo
blocca l'industria
Partita sull'export
i rischi del governo
Anche i veneti
si arrabbiano
Al governo
con un equivoco
Le protagoniste
del terzo millennio
Finalmente
si tutela la vittima
Tav, il premier
alla prova del nove
Conti pubblici,
ritorno alla realtà
Vince Zingaretti
La svolta del Pd
Gli equilibri
della democrazia
E a Verona manca
ancora un prefetto
Trump e Kim
un vertice fallito
Se il governo frena l’export
Salvini si salva
l'economia meno
Nel nome
di Rousseau
La responsabilità
dell'Autonomia
Salvini e i giudici
il M5S alla prova
Il Nord tradito
sull'autonomia
Stop la domenica
duello sui negozi
Autonomia,
l'ora della verità
La presa in giro
del M5S sulla Tav
Il voto in Abruzzo
scuote il governo
Servono misure
per il lavoro
Banche, governo
e risparmiatori
Lite con la Francia
e industria in calo
Le radici estirpate
di De Gasperi
Le radici estirpate
di De Gasperi
Gli altissimi costi delle liti Lega-M5S
Il paradosso
del reddito M5S
Nuovo debito
per il Reddito
Scommessa
sulle esportazioni
Le vere riforme
per la crescita
Cantiere Tav,
caos nel governo
Manovra-bis,
spettro sui conti
Il Pil è in caduta
allarme per l'Italia
Caso Salvini,
rebus sul processo
Ritiro da Kabul,
lite nel governo
Poteri d'Europa
e Italia in scacco
La Memoria
e l'Europa di oggi
Salvini va sulla Tav
Di Maio alza i muri
La Diciotti sbarca
voti per Salvini
Se Lino Banfi
arriva all'Unesco
Italia e Francia,
duello sull'Africa