07 agosto 2020

Provincia

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

28.04.2018

Violenza sessuale
sulla sorellina,
condannato a 9 anni

Il Tribunale di Verona
Il Tribunale di Verona

Una lite tra madre e figlio, il primogenito che non viveva con lei ma nel Paese d’origine, alla quale seguì l’intervento dei carabinieri perchè il ventenne dopo aver alzato la voce aveva estratto un coltello e minacciato la donna. Quando una delle sorelline nata dal secondo matrimonio della madre lo vide uscire scortato dai militari chiese se il fratello sarebbe tornato. Fu per questo che la mamma scoprì l’orrore, ovvero quello che il ragazzo aveva fatto all’adolescente nel corso dei pochi mesi in cui aveva vissuto con loro.

Nove anni la condanna inflitta ieri al giovane dell’Est Europa  accusato di aver abusato sessualmente della sorella che aveva meno di 14 anni. Rapporti completi, anche orali, che la piccola riuscì a raccontare solo quando «l’orco» oltrepassò la porta di casa accompagnato dai carabinieri. 

La visita medica confermò ogni cosa, la piccola venne sentita dal personale specializzato della Questura e dalla psicologa, la madre denunciò il figlio, il pm Valeria Ardito chiese e ottenne che il giovane venisse incarcerato e in gennaio è iniziato il processo davanti al collegio. Fino alla condanna.

F.M.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie