18 giugno 2019

Provincia

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

20.04.2019

Traffico, sarà Pasquetta da bollino nero

Valeggio preso d’assalto da automobilisti e turisti a piedi durante un fine settimana
Valeggio preso d’assalto da automobilisti e turisti a piedi durante un fine settimana

Regola numero uno: partire presto. Che sembra una banalità, ma per quanti siano i piani del traffico messi in piedi per Pasquetta nei punti più critici della provincia, il rischio di restare intasati in una coda è dietro l’angolo. E pure il pericolo di non trovare, una volta arrivati a destinazione, nemmeno un parcheggio. Lago di Garda, la costa ma pure il parco divertimento di Gardaland, e poi Valeggio sul Mincio, Lessinia e Valpolicella sono le aree che, in un lunedì dell’Angelo illuminato dal sole, catalizzeranno più turisti, visitatori e, di conseguenza auto. VALEGGIO. «Mercoledì abbiamo fatto un incontro con la proprietà del Parco Sigurtà, con i vigili e i carabinieri in congedo che verranno coinvolti nel piano previsto per lunedì, ma anche per il 25 aprile e il primo maggio, con l’obiettivo di ridurre quanto più possibile i disagi», spiega Leonardo Oliosi, assessore alla viabilità del Comune di Valeggio, sottolineando che quello appena iniziato è un ponte «irregolare», anomalo per la sua lunghezza, con la conseguenza che i turisti che andranno sul lago avranno la possibilità di visitare anche l’entroterra. E Valeggio, con il Parco Sigurtà e Borghetto, saranno tra le destinazioni privilegiate. «Le forze dell’ordine saranno in campo già dalle 9,30 nel lato Nord, quello di ingresso al paese», spiega l’assessore, «quando qui i parcheggi saranno esauriti, l’area sarà chiusa al traffico, potranno accedere solo i residenti, e tutti i veicoli verranno fatti confluire verso Sud, dove abbiamo a disposizione altri parcheggi. In questo modo i visitatori avranno la possibilità di fare una passeggiata nel nostro centro dove i negozi saranno aperti». Per l’occasione l’ingresso al Parco Sigurtà sarà raddoppiato: due entrate e più casse, per facilitare l’afflusso di visitatori. «Io ovviamente sarò sul campo, per controllare che tutto proceda per il meglio», promette Oliosi. LAGO DI GARDA. E in campo saranno anche tutti gli agenti della polizia municipale di Peschiera lunedì, quando è previsto il bollino nero per un territorio che, ricorda il sindaco Orietta Gaiulli, «soffre la vicinanza del casello e dei parchi di divertimento, oltre ad essere un luogo di transito per raggiungere l’alto lago». Come dire: il traffico sarà inevitabile, «così come la Gardesana intasata», ammette Gaiulli. Previste difficoltà anche nei parcheggi, considerando che il lunedì è pure giorno di mercato settimanale, il che significa Porta Brescia e anche un tratto di via Milano chiuse al traffico. VALPOLICELLA. Anche a Negrar nei giorni scorsi si è riunito il tavolo tecnico con amministrazione, forze dell’ordine, vigili del fuoco e Ulss 9. Da oggi fino a martedì il paese ospiterà il Palio del Recioto e dell’Amarone: giorni di festa per alcuni, di passione per altri. Dipende dai punti di vista. Per mettere d’accordo tutti il sindaco Roberto Grison ha messo a punto un piano del traffico che coinvolge i suoi vigili ma anche quelli delle stazioni degli altri Comuni della Valpolicella: a loro spetterà il compito di rendere quanto più fluida la viabilità, considerando che via Mazzini e la piazza del municipio resteranno chiuse, perché ospiteranno gli stand, mentre tutti gli altri parcheggi rimarranno aperti a tariffa ordinaria. Il rischio che si riempiano in fretta ovviamente c’è. «Quindi la scelta migliore», consiglia il sindaco, «è arrivare qui quanto prima». LESSINIA. Suggerimento analogo a quello del sindaco di Bosco Chiesanuova, Claudio Melotti. Nel cuore della Lessinia non è stato programmato alcun piano straordinario per il traffico perché, spiega Melotti, «intasamenti non ce ne sono, eventualmente il rischio è che ne registrino più a valle, verso Poiano. Il traffico solitamente quassù è scorrevole anche perché le vie d’accesso al paese sono numerose. Così come i parcheggi, presenti nella parte bassa dove ci sono le piscine e la palestra e poi su, fino al Palaghiaccio. Certo, servirebbero più aree per la sosta in questi giorni», ammette il sindaco. «Come sempre chi arriverà prima sarà più fortunato». •

Francesca Lorandi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il Verona ha scelto Ivan Juric. Cosa ne pensi?
Ivan Juric
ok

Sport

giro2019 giro2019