20 settembre 2020

Provincia

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

01.08.2020

Superiori, interventi per 1,6 milioni

Un’aula dell’istituto Minghetti di Legnago con un ricordo dei magistrati Falcone e Borsellino ideato dagli studenti
Un’aula dell’istituto Minghetti di Legnago con un ricordo dei magistrati Falcone e Borsellino ideato dagli studenti

La Provincia investe 1,6 milioni di euro nelle scuole superiori. Si tratta di soldi che per buona parte, 1,3 milioni, arrivano dal Ministero dell'Istruzione. Un milione verrà usato per interventi volti a migliorare gli spazi di quattro istituti e 600mila euro, la metà dei quali derivanti da risorse dell'ente intermedio, serviranno per acquistare nuovi banchi, che rispondano ai requisiti previsti dalle misure di contrasto alla diffusione del Covid-19. MINGHETTI DI LEGNAGO. Nell’istituto della città del Torrione, comprendente un istituto tecnico economico ed un liceo artistico, è previsto un lavoro volto a recuperare gli spazi che un tempo erano utilizzati per gli alloggi del custode. In questi giorni, in seguito all’arrivo del contributo statale, sono iniziati i sopralluoghi, con l’obiettivo di partire subito con la progettazione. DAL CERO DI SAN BONIFACIO. Anche nella scuola sambonifacese, che propone un’ampia gamma di indirizzi economici e tecnologici, verrà ristrutturato l’appartamento in cui viveva il custode. Qui, come accade per gli altri due interventi simili in programma, ora dovrà essere verificato se destinare questi locali alla didattica o se invece usarli in altro modo, ad esempio per biblioteca od archivio, liberando così spazi che meglio si prestano ad essere trasformati in aule. CALABRESE-LEVI DI SAN PIETRO IN CARIANO. Nella scuola che raggruppa indirizzi liceali ed istituto tecnico è previsto il completamento di un intervento già avviato con lo scopo di chiudere gli spazi aperti del piano terra. Un’area attualmente non utilizzabile per le attività didattiche. Qui l’obiettivo è quello di realizzare cinque nuove aule e servizi igienici. SANMICHELI DI VERONA. Nella scuola superiore cittadina, come in quelle di Legnago e San Bonifacio, è prevista la ristrutturazione dell’alloggio, inutilizzato, di chi aveva il compito di custodire la scuola. Questi interventi saranno effettuati con una vera e propria corsa contro il tempo. Anche se è possibile ricorrere a procedure semplificate ed all’affidamento diretto di progetti e lavori, sta di fatto che è ora necessario partire praticamente da zero. Per questo i nuovi spazi potrebbero essere disponibili solo in ottobre. I BANCHI. «Intendiamo mettere a disposizione di tutte le scuole circa 3.500 nuovi banchi, ma certo non si tratta di un compito facile, visto che i tempi sono stretti e non è sicuro che ci siano le disponibilità da parte dei fornitori», racconta David di Michele, il vicepresidente della Provincia con delega all’Edilizia scolastica. I presupposti c’erano tutti: «Noi eravamo pronti a fare la gara già un mese e mezzo fa, ma poi l’Ufficio scolastico regionale ci ha detto di fermarci, perché ci avrebbe pensato il Ministero, per poi, una settimana fa, fare dietrofront, spiegando che invece toccava a noi», precisa Di Michele. La Provincia si farà carico anche dell’acquisto della segnaletica orizzontale necessaria, ad esempio, per il corretto posizionamento degli arredi nelle classi e per indicare ingressi e uscite negli istituti, ed acquisterà armadi modulari «separatori», finalizzati anche alla gestione degli spazi interni. In arrivo altri dispositivi di sicurezza: «Forniremo su richiesta anche i termoscanner e stiamo lavorando per creare, dove servono, nuovi spazi; utilizzando strutture esterne alle scuole o posizionando strutture modulari movibili, i container scolastici», conclude il vicepresidente. •

Luca Fiorin
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie