06 aprile 2020

Provincia

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

27.07.2018

I Tigli, Berberè e Saporè (che raddoppia) scelte fra le migliori pizzerie italiane

Da sx: Bosco, Aloe e Padoan
Da sx: Bosco, Aloe e Padoan

Top 50, la guida online dedicata alle pizzerie italiane, firmata dal giornalista Luciano Pignataro, si è espressa. E Verona ha ancora una volta detto la sua.

 

AI PIEDI DEL PODIO. Guadagna una posizione e conquista il quarto posto la pizzeria I Tigli di San Bonifacio (via Camporosolo, 1), che quest’anno agguanta anche altri due premi. Il « Pizzaiolo dell’anno» è andato infatti a Simone Padoan, mentre De Nigris, celebre marchio specialista degli aceti, ha scelto come miglior Pizza con Aceto Balsamico dell’anno la «Pane e parmigiano, carpaccio di pomodori con aceto balsamico e culatello di Zibello», sempre frutto delle creatività e dell’estro di Simone Padoan.

 

VENTESIMO. Decimo posto nel 2017, rimane saldamente nella parte alta della classifica (ventesimo posto quest’anno) Saporè, la pizzeria di San Martino Buon Albergo (la sede storica è in via Ponte, 53-55) del « pizzaricercatore» Renato Bosco, da anni una certezza nelle pizzerie veronesi al top. La sua « pizza contemporanea» ha conquistato il giudizio degli ispettori (che hanno valutato la qualità delle pizze, ma anche servizio, carta dei vini e delle birre, ricerca e arredamento), a suon di crunch, doppio crunch e «aria di pane».

 

VENTUNESIMO. La sede storica di Berberè è a Castel Maggiore, Bologna, dove i fratelli Matteo e Salvatore Aloe, nel 2010, hanno posato la prima pietra di quella che negli anni è diventata una catena internazionale della pizza da degustazione. Una realtà che in primavera è sbarcata anche a Verona (via Pellicciai, 2). Cosa ha convinto gli ispettori di 50 Top Pizza? «Oltre alla qualità assoluta degli ingredienti e alla soddisfazione sempre piena, c’è la ricerca, con la creazione di novità stagionali». (foto Roberta Sardi)

 

E INTANTO SAPORE' RADDOPPIA

Dopo i due locali che hanno visto la luce in centro storico poco più di un anno fa, Renato Bosco «cambia casa». Lavori in corso, infatti, in piazza del Popolo a San Martino Buon Albergo, dove è annunciata per l’estate una nuova apertura: la sede storica di Saporè in via Ponte, infatti, si amplia trasferendo la sala della pizzeria contemporanea di nella piazza del paese. «Ci spostiamo di soli 300 metri. Ma quanto c’è in quei 300 metri? C’è la conquista di un posto tutto nostro, come fosse una casa, e la realizzazione di un grande sogno che porta anche alla rinascita della piazza del paese», dice il « pizzaricercatore».

La pizzeria aprirà nell’edificio più antico della piazza (al civico 46) sorto nel 1754 ed adibito ad oratorio dove operava la confraternita di San Francesco. In Via Ponte rimane il comando generale che si rinnova e si amplia con Saporè PizzaBakery: una zona shop con le proposte firmate da Renato Bosco e prodotti selezionati tra le eccellenze italiane.

 

 

Nella foto da sinistra: Bosco, Aloe e Padoan

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie