23 agosto 2019

Provincia

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

08.07.2019

Guà, è ancora allarme inquinamento dopo la rottura degli sbarramenti

Non c'è pace per il fiume Guà, per gli agricoltori e per la popolazione che vive nel Basso vicentino, nella Bassa veronese e nel Montagnanese. Poco prima delle 21 di ieri è scattato di nuovo l'allarme per il possibile rischio di contaminazione dell'acqua a causa della rottura dello sbarramento in terra costruito sul fiumicello Brendola in corrispondenza della ditta "Isello Vernici", andata a fuoco lunedì scorso in un terribile incendio che ha messo in stato d'allerta l'intero vicentino e mandato in tilt il traffico sull'autostrada A4.

Le violente piogge di ieri sera erano attese e sono arrivate. «Ancora una volta ci troviamo a rincorrere un'emergenza, così non si può andare avanti», ha commentato adirata ieri sera la sindaca di Zimella Sonia Biasin, pronta a fare fronte comune con il collega di Lonigo Luca Restello per chiedere che la questione venga affrontata una volta per tutte a monte, per evitare che l'inquinamento si riversi nuovamente nei Comuni ai confini fra le tre province seguendo il corso del Guà, che riceve acqua dal fiumicello Brendola.

A Zimella, ieri alle 21.30, si sono presentati ancora una volta, come martedì scorso, il presidente della Provincia Manuel Scalzotto, i vigili del fuoco e i volontari di protezione civile. Pompieri e volontari hanno calato nuovamente in acqua le panne antinquinamento, nella speranza di bloccare eventuali sostanze tossiche che dovessero scendere lungo il Guà. Fortunatamente, negli ultimi accordi con il coordinamento provinciale, era stato deciso di lasciare parte delle attrezzature utili durante un'emergenza fluviale nel magazzino della protezione civile di Cologna. •

P.B.
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Dopo le dimissioni del premier Conte, si è aperta la crisi di governo. Secondo voi, cosa è meglio fare?
ok

Spettacoli

Sport