28 settembre 2020

Provincia

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

26.11.2019

Cinque commissioni per cinque manufatti

Il crollo di un viadotto sull’A6 Torino-Savona, anche se non causato da problemi strutturali ma da un dissesto idrogeologico legato alle condizioni del suolo su cui era costruito, riporta di attualità anche per il Veronese la situazione ponti e viadotti. L’ingegnere Carlo Poli, dirigente del Settore manutenzione strade della Provincia, riassume: «Cinque commissioni sono al lavoro per altrettanti ponti su strade provinciali e nel frattempo ci muoviamo anche su altri manufatti, anche se non è ancora avviato un percorso metodico e scientifico di analisi. Ci si muove sulle segnalazioni degli amministratori locali e dei nostri tecnici che ben conoscono i territorio su cui hanno competenza». I cinque ponti sotto osservazione sono il cosiddetto «da le gambe longhe», sulla provinciale 15 del Purga nel Comune di Roverè, arteria di collegamento in Lessinia centrale e che unisce i territori di Roverè e Cerro, scavalcando con un’unica campata il vajo della Pissarota, affluente dello Squaranto; il ponte sull’ex canale Sava a Belfiore; il ponte di Torretta a Legnago; il Delaini, tra Ronco e Belfiore e quello sul Canal Bianco nel territorio di Cerea. Entro fine anno dalle commissioni usciranno i nomi dei tecnici a cui saranno affidati i progetti ed entro metà 2020 potrebbero essere approvati. «Eravamo anche in attesa del parere della Soprintendenza per i due ponti militari lungo la strada per Passo Fittanze nel Comune di Erbezzo. Sappiamo che esiste un vincolo e pertanto la progettazione può essere chiusa nei prossimi due mesi e così andare al bando di gara per la metà del 2020», precisa Poli. Per il cavalcaferrovia di Sorgà i tempi sono più lunghi: «Il 20 dicembre ci sarà la presentazione del progetto del professor Modena, ma riguarda solo la messa in sicurezza del ponte a favore della ferrovia: questo non vuol dire che verrà riaperto, ma solo che verranno adottati sistemi per impedire che crolli sulla ferrovia», spiega Poli. Infine una buona notizia: «Stanno arrivando 6,5 milioni di euro per una decina di altri ponti della nostra provincia», annuncia il responsabile della manutenzione strade. Una goccia se si considera che sono 1.300 i manufatti in carico alla Provincia e di questi 400 sono di una certa rilevanza, cioè lunghi almeno 6 metri. •

V.Z.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie