05 luglio 2020

Provincia

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

25.05.2020

Altromercato, la ripartenza nel segno della solidarietà

L’ingresso di una delle Botteghe solidali attive nel Veronese
L’ingresso di una delle Botteghe solidali attive nel Veronese

Nuova partenza per le botteghe veronesi del commercio equo e solidale. Nella fase 2 dell’emergenza coronavirus le quattro Botteghe Altromercato della cooperativa Le Rondini – a Verona, Negrar, San Giovanni Lupatoto e Legnago – riaprono i battenti con gli standard di sicurezza anti Covid-19 e rilanciano le proposte e-commerce. Per costruire un mondo più sostenibile per le persone e l’ambiente. Per coltivare la fiducia dopo un periodo difficile, durante il quale hanno dimostrato resilienza e voglia di aiutare gli altri con la proposta solidale della «spesa sospesa». Ma ora secondo Altromercato, la principale organizzazione italiana di commercio equo e solidale e una delle maggiori al mondo, è arrivato il momento di andare verso una nuova normalità con attenzione al benessere di operatori, volontari e clienti. È il momento di dare sostanza allo slogan «Ripartiamo insieme». Con questo spirito, inoltre, ai primi di giugno Le Rondini inaugurerà una nuova bottega a San Bonifacio in collaborazione con l’associazione Gamargioba. ON LINE. Le Botteghe si sono organizzate con nuove pagine di e-commerce e si stanno strutturando per fornire esperienze virtuali al consumatore in modo che possa apprezzare anche «da lontano» l’offerta dei prodotti Altromercato e rifornirsi del necessario per l’uso quotidiano nel caso sia impossibilitato a muoversi. Per effettuare le consegne i quattro punti vendita usano spesso su mezzi sostenibili come bicicletta e auto elettrica. IN BOTTEGA. Le parole chiave della fase 2 sono distanziamento fisico e solidarietà sociale. Chi preferisce acquistare in modo tradizionale, d’ora in avanti può farlo trovando all’ingresso del negozio un totem di benvenuto con guanti e gel igienizzante. Indossando mascherina e guanti e mantenendo le giuste distanze, potrà valutare di persona l’offerta dei prodotti che spazia dagli alimentari alla cosmesi, dall’artigianato per la casa alla moda etica della collezione On Earth. Questi capi sono realizzati dai partner produttori del Sud e Nord del mondo con materiali e tessuti naturali e lavorati artigianalmente, talvolta con progetti di riciclo. Giorni e orari di apertura delle botteghe di Verona, Negrar, San Giovanni Lupatoto e Legnago sono comunque ridotti rispetto al solito (https://www.rondini.org/dove-siamo-orari). EQUO E SOLIDALE. Altromercato è una società cooperativa formata da 99 soci e 221 botteghe che gestisce rapporti con 190 organizzazioni di produttori in oltre 40 Paesi. Il lavoro di centinaia di migliaia di artigiani e contadini viene rispettato ed equamente retribuito, perché si basa su una filiera tracciabile che tutela i produttori e l’ambiente e garantisce la qualità. Nella sua gamma di prodotti alimentari, molti dei quali biologici, propone una selezione anche di prodotti tipici italiani. La cooperativa Le Rondini, che oltre a gestire le quattro botteghe veronesi si occupa di progetti formativi, programmi educativi e attività di sensibilizzazione, conta oltre duemila soci, è gestita da un Cda formato da volontari e impiega 10 dipendenti. •

Camilla Madinelli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie