27 febbraio 2020

Italia

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

11.01.2020

Non raccoglie le feci del proprio cane, prende 400 euro di multa

A Treviso multata una persona per non aver raccolto le feci del proprio cane: 400 euro
A Treviso multata una persona per non aver raccolto le feci del proprio cane: 400 euro

Non ha raccolto dalla strada le feci lasciate dal proprio cane, e il «nucleo antidegrado» della Polizia Locale lo ha multato per 400 euro.

È accaduto al proprietario dell’animale, 59 anni, nel centro di Treviso, con la prima applicazione di una multa del genere, prevista dal nuovo regolamento urbano, approvato in ottobre.

 

L’uomo - riferisce il Comune - ha inizialmente negato l’evidenza dei fatti, ma le prove fotografiche raccolte dagli agenti, rimasti a debita distanza, lo hanno smentito.

«Non è facile cogliere sul fatto i soggetti che abbandonano le deiezioni canine - spiega il comandante della Polizia Locale Andrea Gallo -. La bravura degli agenti ha permesso di sanzionare uno dei comportamenti ritenuti tra i più odiosi dalla collettività. I controlli continueranno sia con personale in uniforme che in borghese, anche con l’ausilio dei sistemi di videosorveglianza e fototrappole».

Sempre in base al nuovo regolamento, altre multe da 400 euro sono state comminate nei mesi scorsi per l’acquisto di stupefacenti, per l’abbandono di rifiuti e per non aver usato il guinzaglio ai cani.

 

Per il sindaco Mario Conte «la maleducazione e mancanza di senso civico non sono tollerati. È necessario prestare maggiore attenzione e rispettare il prossimo e la città. Come ho già avuto modo di dire, il problema non sono gli amici a quattro zampe ma la maleducazione di qualche proprietario. L’inasprimento delle sanzioni vuole fungere da deterrente per tutti quei comportamenti che possono creare degrado e rendere la città meno pulita, sicura e accogliente».

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Qual è secondo voi la Grande opera più urgente per la città e che vorreste vedere realizzata per prima?
ok

Necrologie