24 maggio 2019

Italia

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

27.02.2017

Dj Fabo è morto
in Svizzera, «libero
fino alla fine»

«Fabo è morto alle 11.40. Ha scelto di andarsene rispettando le regole di un Paese che non è il suo». Lo annuncia su Facebook Marco Cappato dell’associazione Luca Coscioni, che ha accompagnato ieri in Svizzera per ricorrere al suicidio assistitito Fabiano Antoniani, 39enne cieco e tetraplegico in seguito a un grave incidente stradale.

 

Ha scelto il suicidio assistito perché voleva «vivere libero fino alla fine». Marco Cappato, tesoriere dell’associazione Coscioni, è stato sempre al fianco di Dj Fabo nella lotta per l’approvazione di una legge che manca in Italia. Ieri Fabiano ha avuto la prima visita medica per controllare le proprie condizioni fisiche e per confermare la propria volontà per ottenere l’assistenza medica alla morte volontaria. Oggi altra visita, poi la conferma della richiesta medica all’assistenza volontaria. 

Dj Fabo da più di due anni e mezzo lottava per avere una legge che permetta alle persone di morire con dignità. Da due anni e mezzo la sua voce era Valeria, la sua fidanzata: «Sono bloccato a letto immerso in una notte senza fine. Vorrei poter scegliere di morire senza soffrire», diceva il giovane in un video appello al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, affinché intervenga sulla legge sul fine vita. Sono molti gli italiani che si rivolgono oltralpe, un viaggio che costa oltre 13 mila euro.

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1