08 aprile 2020

Italia

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

06.02.2020

Deraglia il Frecciarossa, due morti e decine di feriti

Incidente sulla linea alta velocità all’altezza di Livraga (in provincia di Lodi): un treno è deragliato e alcune vetture si sono ribaltate.

Sono morti due macchinisti che erano sulla motrice. Una trentina di persone sono rimaste rimaste ferite non in modo grave.

Il treno era l'Av 9595 Milano-Salerno. Si tratta del primo treno del mattino, partito dalla stazione Centrale del capoluogo lombardo alle 5.10.

 

Le ricerche dei corpi a Lodi

 

AGGIORNAMENTO ORE 10

Secondo una prima ricostruzione, poco dopo le 5.30 la motrice del convoglio, praticamente vuoto, sarebbe uscita dai binari finendo prima contro un carrello che si trovava su un binario parallelo, e poi contro una palazzina delle ferrovie, dove ha terminato la sua corsa. Il resto del convoglio ha invece proseguito la corsa rimanendo sui binari ancora per un pò e la seconda carrozza ad un certo punto si è ribaltata fermando il treno. La motrice si trova a circa 100 metri prima di quello che rimane della seconda carrozza, sbalzata di lato rispetto alla massicciata e al di là dell’immobile delle ferrovie. Il tratto dove è avvenuto l’incidente appare, dalle immagini aeree, rettilineo. A quanto si è appreso, sulla prima carrozza c’era un solo passeggero e anche nella seconda e nella terza ce ne erano pochissimi.

Naturalmente le cause dell’incidente sono in corso di accertamento, ma nella zona, a quanto si è appreso, erano in corso dei lavori di manutenzione della linea. «Poteva essere una carneficina»: è quanto ha detto all’ANSA il prefetto di Lodi Marcello Cardona ha effettuato un sopralluogo sul luogo del deragliamento del Treno che era partito da Milano in direzione di Roma alla 5.10. Sarebbe dovuto arrivare a Salerno alle 11.27.

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie