19 luglio 2019

Vino & Agroalimentare

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

25.02.2019

Cantina Valdadige cresce: il mercato Italia a +23,5%

Il presidente Tiberio Veronesi
Il presidente Tiberio Veronesi

All’indomani di un 2018 che ha dato «enormi soddisfazioni», parole del presidente Tiberio Veronesi, la Cantina Valdadige di Rivalta parte con rinnovato entusiasmo. Veronesi, che ricoprirà questa carica fino al dicembre 2019, punta sempre più su qualità e promozione. «Stiamo mettendo a punto un programma di eventi, inediti per la Cantina, per far conoscere le peculiarità dei nostri vini». Saranno serate gastronomiche declinate tra descrizione delle tipologie e degustazioni degli abbinamenti indicati. «Serate a tema con piatti cucinati da cuochi professionisti, condotte dall’enologo Alessandro Martello con un sommelier». Anche di questo si è parlato all’assemblea di fine anno con il bilancio generale all’ordine del giorno. E prosegue: «Quella sera ho voluto trasmettere la mia riconoscenza a tutti i soci, oggi 205 e ai collaboratori. La vendemmia 2018 ha portato in cantina 82mila quintali di uva, rispetto ai 73mila del 2017 con un aumento del 9% dovuto anche all’entrata di nuovi conferenti, uva lavorata in toto nella nostra cantina e che, vinificata, è per il 90% venduta all’ingrosso». La quantità di venduto «è sempre e soprattutto data dal Pinot Grigio, il più apprezzato ora sotto il profilo commerciale. Però la Cantina Valdadige eccelle anche in altre tipologie»: i bianchi Pinot Grigio, Chardonnay, Doc Valdadige e Mueller Thurgau e i rossi Merlot, Teroldego, Enantio, Valdadige Rosso e Schiava, questi ultimi tre Valdadige Doc. Gli spumanti, oltre al Pinot Grigio, sono l’Athesinum e il Moscato dei Lunei di Ossenigo di Dolcé. I frizzanti sono il Brentino Rosé e il Mueller Thurgau, l’Olimpo è dolce. Una varietà che spinge ad adottare nuove metodologie di vendita: «Da qualche anno abbiamo deciso di consolidarci su un nostro mercato al dettaglio che sta dando ottimi risultati. Nel 2018 abbiamo venduto in Italia 323mila bottiglie con +23,5% rispetto al 2017. Il solo nostro punto vendita interno, in via don Scala 47, sulla Strada provinciale 11, ha venduto 156mila litri di vino, tra bottiglie, sfuso e “Bag in box“ (contenitori da 5, 10 e 20 litri) con un incremento annuo del 67,75%». C’è un neo: i prezzi bassi della concorrenza. «Solo il mercato estero non ci ha dato i risultati attesi», prosegue Veronesi. «Esportiamo verso Stati Uniti, Germania, Europa del Nord, Bulgaria, Malesia e India», informa, ma «per una realtà come la nostra il cui obiettivo primo è l’elevata qualità dei vini non è facile aggredire mercati che guardano solo al prezzo. Per questo la nostra politica è e sarà diversa. Ci concentreremo ancora di più verso questo canale di vendita che privilegia gli ottimi requisiti delle nostre eccellenze e il nostro rapporto qualità-prezzo». E precisa: «Noi lavoriamo solo uve della Valdadige, ossia dei soci che sono i garanti dell’autenticità del marchio. Quest’anno, oltre alla storica presenza al Vinitaly, dal 7 al 10 aprile, saremo per la seconda vola al Prowein che si terrà a Düsseldorf dal 17 al 19 marzo». Tornando al mercato, il presidente fa alcune considerazioni su quello italiano: «La buona risposta è anche frutto dell’inserimento a listino di due nuovi vini: il Pinot Grigio Spumante e L’Enantio Riserva». Durante l’assemblea dei soci si sono tenute le votazioni frazionali nelle quali ogni frazione afferente elegge il suo consigliere di rappresentanza. «Tutti e 9 sono stati riconfermati, il direttivo resta invariato». Votato anche il bilancio: «Il valore della produzione per il bilancio chiuso al 31 luglio 2018, è stato di 9.067.868 euro mentre quello chiuso al 31 luglio 2017 era di 8.000.66». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Barbara Bertasi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il Verona ha scelto Ivan Juric. Cosa ne pensi?
Ivan Juric
ok

Spettacoli

Sport

giro2019 giro2019