21 novembre 2019

Economia

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

26.08.2012

Vacanze, ripresa in agosto però la stagione è in bilico

Marco Michielli
Marco Michielli

I grandi assenti dell'estate 2012 sono stati i margini di guadagno degli operatori . È la sintesi di un sondaggio effettuato da Confturismo Veneto, 17mila imprese. Per l'associazione una «pressione fiscale da brivido e costi fissi in impennata» sono all'origine della caduta dei fatturati senza il paracadute di scelte politiche. «Si è preferito aumentare i tributi» si legge in una nota dell'associazione guidata da Marco Michieli, «L'unico settore che reggeva comincia a cedere sotto i colpi di una pressione fiscale senza precedenti e senza eguali in Europa». L'indagine rileva che i fatturati delle agenzie segnano -22% con -15% di clienti italiani . Meno peggio sembra andare per i campeggi che registrano un periodo medio di permanenza più lungo rispetto alle altre strutture ricettive con 8,5 giorni. A soffrire di più tra i circa 80 campeggi regionali quelli di Sottomarina; risultati positivi a Cavallino e sul Garda. La montagna ha registrato un -30% circa dei fatturati. Mai così male, dice il presidente degli albergatori di Abano e Montegrotto Gianluca Brendolin, settore termale. A ferragosto alberghi incompleti e occupazione della camere -25% sul l 2011. Al mare non sono arrivati gli italiani che gli operatori si aspettavano almeno a giugno, mentre è andata bene la settimana centrale di agosto anche se gli alberghi a due e tre stelle hanno sofferto. Il Garda Veneto sembra avere tenuto con un recupero di presenze a luglio e agosto dopo il calo degli italiani, generalmente ospiti fissi in giugno. Italiani meno presenti anche nelle città d'arte: a Venezia Ferragosto ha permesso di riempire le camere con ospiti soprattutto russi e cinesi. Arrivi e presenze non bastano più a misurare il settore ci sono altri fattori che pesano. Uno è l'imprevedibilità, legata a internet e la conseguente velocità di reazione dell'impresa: l'80% di prenotazioni avviene on line (per i camping si arriva al 90%) e il prezzo, spesso, lo fanno i clienti. Sui controlli del fisco gli imprenditori precisano che ci sono sempre stati, ci sono abituati. Ciò che non è andato quest'anno è il doping mediatico che si sono portati appresso e il conseguente danno d'immagine. «Questa è la foto al 25 agosto» dichiara Michieli, «daremo il quadro completo dopo il 15 settembre».

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie